Programmazione Dipartimentale

Pianificazione triennale dei Dipartimenti

I piani triennali dei Dipartimenti hanno un duplice obiettivo:

  • fornire una rappresentazione delle strategie che i dipartimenti autonomamente attivano in coerenza con gli obiettivi di Ateneo
  • declinare, a livello decentrato, alcuni obiettivi strategici dell’Ateneo definiti nel piano strategico, facendo emergere in tal modo i contributi dipartimentali agli obiettivi strategici indicati nel piano di Ateneo.

Con questa nuova configurazione (nata dalla sinergia tra il PQA, il Prorettore Vicario e il Prorettore delegato al bilancio), semplificazione organizzativa e valorizzazione delle risorse umane, è stato promosso un nuovo processo per la programmazione e il monitoraggio delle attività di ricerca, didattica e terza missione in linea con gli obiettivi indicati nel piano strategico di Ateneo.

Il nuovo modello di pianificazione dipartimentale, adottato in via sperimentale per il 2020, è stato condiviso e chiarito dal PQA con le commissioni dipartimentali per Ricerca e Terza Missione al fine di favorirne l’immediata applicazione e condividere durante l’intero processo eventuali necessità di aggiustamento.

A partire dalla pianificazione relativa al triennio 2022-2024, i piani triennali dei Dipartimenti hanno come riferimento il Piano Strategico 2021 2022-2024.

Con l’avvio della nuova programmazione dei dipartimenti, si procederà contestualmente alla chiusura, con un monitoraggio finale, dell’esercizio programmatorio precedente, che era in linea con il Piano Strategico 2020-2022.

Congiuntamente alla stesura dei piani triennali Dipartimentali, sono pianificate periodiche azioni di monitoraggio e analisi dei risultati.

Nell'attuale formulazione i piani triennali dei Dipartimenti sostituiscono e inglobano la SUA-RD.