Notizia

Società Italiana di Pedagogia | A Giorgio Poletti il Premio Siped 2021

16/06/2022

Persone

Società Italiana di Pedagogia | A Giorgio Poletti il Premio Siped 2021

Giorgio Poletti, Ricercatore di Pedagogia Sperimentale del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, è stato tra i vincitori del Premio Siped 2021 della Società Italiana di Pedagogia, grazie allo studio pubblicato nel volume “Teoria e metodologia della ricerca educativa” (Volta la carta, Ferrara 2020).

Il riconoscimento è stato consegnato nel corso di una cerimonia che si è tenuta nell’ambito del Convegno nazionale di studio “Scuola, democrazia, partecipazione e cittadinanza in occasione dei 100 anni dalla nascita di Mario Lodi”, che si è tenuto il 16 e 17 giugno all'Università di Foggia.

"Questo lavoro è il frutto di un'opera di ricerca, di studio e di approfondimento metodologico ed epistemologico per portare il confronto sulle tecnologie fuori dal livello strettamente tecnico – spiega Giorgio Poletti - Il lavoro è una tappa importante della mia ricerca, che si continua a sviluppare nel laboratorio di epistemologia della formazione EURESIS in stretta collaborazione e continuo confronto con la Professoressa Anita Gramigna che ha fondato il laboratorio e con cui condivido linee di ricerca e sviluppi epistemici. Posso dire che dal punto di vista epistemologico-formativo, si trascura un elemento centrale: nella tecnica l’essere umano si sforza di dominare i fatti e di darsi una strategia per ottenere i risultati voluti; nella tecnologia tale centralità viene occupata dagli strumenti, che dovrebbero alleggerire i compiti dell’uomo con il rischio però di esautorarlo."

“L’autore propone un’interessante analisi dei principi del metodo nella ricerca educativa sullo sfondo di richiami costanti alla storia della scienza e ai suoi massimi interpreti – si legge nella motivazione dell’assegnazione del premio a cura dei Presidenti SIPED Professoressa Simonetta Polenghi e Professor Massimiliano Fiorucci -. Qualsiasi discorso sui metodi della ricerca obbliga, secondo l’autore, a un rimando costante, critico e appassionato alle cornici discorsive che dovrebbero sempre accompagnare le nostre euristiche. Il merito del volume consiste nell’aver individuato una relazione proficua tra metodologia e tecnica e nell’argomentare, con dovizia di correlati, che in ogni tecnica è possibile rilevare elementi metodologici che si trasformano in forme di didattica”.

ImmagineSIPED.png

un momento della premiazione