Accordi "Decreto Calabria" (Legge 30 dicembre 2018, n. 145)

Ai sensi del Decreto Legge 30 marzo 2023, n. 34, articolo 14, le Aziende e gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale, nonché le strutture sanitarie private accreditate, appartenenti alla rete formativa delle Scuole di Specializzazione, possono conferire incarichi individuali a tempo determinato, ai medici specializzandi regolarmente iscritti che, a partire dal secondo anno del corso di formazione specialistica, siano utilmente collocati nella graduatoria separata in esito alle procedure concorsuali per l’accesso alla dirigenza del ruolo sanitario nella specifica disciplina bandita. Il conferimento di tali incarichi è successivo alla definizione dell'accordo di cui al settimo periodo dell'articolo 1, comma 548-bis, della Legge del 30 dicembre 2018, n. 145. I medici specializzandi possono essere assunti anche in mancanza del suddetto accordo, decorsi novanta giorni dalla richiesta inviata dalla Regione all’Università (Decreto Legge del 30 marzo 2023, n. 34). Il periodo di attività svolto dai medici specializzandi è riconosciuto ai fini del ciclo di studi che conduce al conseguimento del diploma di specializzazione. I contratti stipulati non possono avere durata superiore alla durata residua del corso di formazione specialistica, fatti salvi i periodi di sospensione previsti dall’articolo 24, commi 5 e 6, primo periodo, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368, e possono essere prorogati fino al conseguimento del titolo di formazione specialistica. I medici specializzandi restano iscritti alla Scuola di Specializzazione universitaria e non hanno diritto al trattamento economico previsto dal contratto di formazione specialistica.

L’Università degli Studi di Ferrara ha sottoscritto con la Regione Emilia-Romagna, insieme alle altre Università regionali, l’Accordo generale per la disciplina della formazione specialistica a tempo parziale ai sensi della Legge del 30 dicembre 2018, n. 145. L’assunzione può essere effettuata purché l'Unità Operativa nella quale il medico è incardinato sia accreditata per la medesima tipologia di Scuola di Specializzazione frequentata, ai sensi dell’art. 43 del Decreto Legislativo del 17 agosto 1999, n. 368. Se l'Unità Operativa non fa parte della rete formativa della Scuola di Specializzazione la frequenza sarà considerata frequenza extra rete e pertanto non potrà superare i 18 mesi complessivi. Questa materia è regolamentata, oltreché dall’Accordo richiamato, dalla normativa nazionale e dalle linee guida dell’Osservatorio regionale sulla formazione specialistica, che definiscono tempi e modalità dell’assunzione. 

L’Università degli Studi di Ferrara ha inoltre stipulato analoghi accordi ai sensi della Legge 30 dicembre 2018, n. 145, con le seguenti Regioni e Province italiane:

- Provincia Autonoma di Trento

- Regione Basilicata

- Regione Friuli Venezia Giulia

- Regione Liguria

- Regione Lombardia

- Regione Marche

- Regione Sicilia

- Regione Veneto