Obbligo Formativo Aggiuntivo OFA

L’accertamento dell’eventuale Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA) sarà effettuato tenendo conto del punteggio ottenuto dai candidati nella prova d’ammissione.

In particolare, tale OFA sarà definito sulla base dei risultati conseguiti nel test di ammissione per la sezione di Fisica dai candidati che risulteranno vincitori nella formulazione della graduatoria, ivi compresi gli eventuali ripescaggi.

Il punteggio che identifica la carenza è quello inferiore a 4/7 (quattro/sette) nella materia di Fisica: tutti coloro che avranno conseguito, in tale disciplina, un punteggio inferiore al minimo stabilito saranno immatricolati con OFA.

 

L’OFA non ha alcuna influenza sul numero dei CFU che lo studente deve conseguire nel suo percorso di studio né sulla media dei voti: la verifica, infatti, non produce una valutazione.

Per il superamento degli OFA il Corso di Studio organizza un corso di recupero (a frequenza non obbligatoria).

Per assolvere l’Obbligo Formativo Aggiuntivo lo studente può, alternativamente, superare:

  1. la prova finale prevista al termine dello specifico corso di recupero;
  2. il modulo di Fisica ad indirizzo biomedico appartenente all’insegnamento integrato di Fisica, Statistica e informatica, con profitto.

Il termine per l’assolvimento degli OFA coincide con il termine ultimo per l’iscrizione al secondo anno di corso, deliberato dagli Organi Accademici. Il mancato assolvimento non consente allo studente l’iscrizione ad anni successivi al primo; pertanto lo studente sarà iscritto fuori corso.