Notizia

Letteratura e pedagogia antirazzista | Unife nel progetto "Anti-Racist Pedagogies" con gli atenei di Genova e del Piemonte Orientale

20/05/2022

Scienza, cultura e ricerca

Letteratura e pedagogia antirazzista | Unife nel progetto "Anti-Racist Pedagogies" con gli atenei di Genova e del Piemonte Orientale

Combattere il razzismo a partire dall'educazione per crescere cittadine e cittadini antirazzisti. La sperimentazione di nuove metodologie didattiche finalizzate a questo scopo è al centro del progetto “Anti-Racist Pedagogies: a Catalogue of Best Practices for Teaching American Literature in Ethnically Diverse Italy” (ARP).

Il progetto, di cui l’Università del Piemonte Orientale è capofila, gode del sostegno dell’Ambasciata degli Stati Uniti nell’ambito del programma 2021 “Mission to Italy” ed è copromosso in ambito accademico dall’Università di Ferrara e dall'Università di Genova. Il suo obiettivo primario è la genesi di un “Catalogo di buone pratiche” destinato anzitutto a insegnanti di scuola superiore italiana e a docenti di letteratura americana in Italia e negli Stati Uniti, ma utile a tutti gli educatori interessati a mettere in atto metodologie didattiche innovative volte ad attuare una pedagogia antirazzista nei propri corsi o moduli didattici.

I lavori hanno avuto inizio un anno fa con il coordinamento di Maria Cristina Iuli, docente di Letteratura angloamericana presso il Dipartimento di Studi umanistici (DISUM) dell’UPO insieme a Maria Giulia Fabi (Dipartimento di Studi umanistici, Università dei Ferrara) e Paola Anna Nardi (Dipartimento di Lingue e culture moderne, Università di Genova).

"Grazie alla collaborazione ormai quasi ventennale con il Liceo Ariosto - illustra Fabi, coordinatrice dell’unità di Ferrara - sono state coinvolte nel progetto le Professoresse Gianna Bonaria e Donatella Bigoni. Le docenti hanno lavorato con quattro  classi sull’analisi testuale del racconto “The Bouquet” di Charles W. Chesnutt. Ho poi tenuto per loro due seminari mentre il 23 maggio avranno l’opportunità di confrontarsi con la Professoressa Tess Chakkalakal, docente del Bowdoin College (Maine, U.S.A.) e nota studiosa di Chesnutt. I risultati di questo progetto pilota verranno presentati alle istituzioni partecipanti e ai rappresentanti dell’Ambasciata degli Stati Uniti nel corso del  workshop intensivo per docenti e studenti che avrà luogo a Vercelli il 26 maggio prossimo"

Il workshop del 26 maggio è finalizzato al monitoraggio degli esiti delle attività e dei programmi di pedagogia antirazzista attuati nelle diverse classi, e alla messa a punto del materiale da organizzare nel “Catalogo delle Buone Pratiche” per una pedagogia antirazzista della didattica della letteratura degli Stati Uniti in Italia, che sarà pubblicato al termine della fase pilota del progetto e disseminato attraverso la piattaforma del Ministero dell’Istruzione per la formazione dei docenti, S.O.F.I.A.

Anti-Racist Pedagogies  è destinato anzitutto a insegnanti di scuola superiore italiana e a docenti di letteratura americana in Italia e negli Stati Uniti, ma utile a tutti gli educatori interessati a mettere in atto metodologie didattiche innovative volte ad attuare una pedagogia antirazzista nei propri corsi o moduli didattici.

Per approfondire

Tratto dal comunicato a cura dell'Università del Piemonte Orientale con integrazione dell'Ufficio Ufficio stampa, comunicazione istituzionale e digitale  Unife sulla parte di progetto in capo all'Università di Ferrara.