I certificati

  • ONLINE - Se devi presentare un'autocertificazione ad un ente pubblico, potrai ottenerla comodamente da casa tua, collegandoti alla tua area riservata di Unife in Internet. Dopo aver fatto il login con le tue credenziali personali (username e password), seleziona la voce "Autocertificazioni" dal menù di sinistra e scegli il documento che desideri ottenere.
  • ALLO SPORTELLO - Se invece desideri ricevere il certificato direttamente dalla segreteria dell'Ufficio IUSS, puoi recarti personalmente allo sportello, munito di documento di riconoscimento, negli orari d'apertura al pubblico: lunedì, mercoledì, venerdì dalle 9.00 alle 11.30 - martedì dalle 15.00 alle 17.00. In questo caso, il rilascio del certificato è immediato. Prima della richiesta, è importante prendere visione della normativa sull'imposta di bollo. Soltanto taluni certificati, infatti, possono essere rilasciati in carta libera (vedi tabella ministeriale sull'esenzione dell'imposta); per tutti gli altri è necessario produrre 2 marche da bollo (una per il certificato ed una da applicare sulla domanda).
  • VIA POSTA - Nel caso ti occorra un certificato che non sia sostituibile da una delle autocertificazioni previste nell'area riservata online, puoi richiederne la spedizione all'Ufficio Dottorato. La tua richiesta può pervenire via posta (per i recapiti vedi la pagina dei contatti) e deve essere sempre firmata e corredata dalla fotocopia di un tuo documento di riconoscimento e dall'affrancatura per la spedizione. Ricorda di indicare nella richiesta il recapito a cui vuoi ricevere la spedizione e di allegare le eventuali marche da bollo (una da applicare sulla richiesta di rilascio più una seconda che andrà apposta sul certificato stesso).
Modulo per richiesta di certificati in marca da bollo
Modulo per richiesta di certificati in carta libera

     

Burocrazia zero: nuove disposizioni sui certificati per le amministrazioni pubbliche

A partire dal 1° gennaio 2012, in applicazione della Legge 183 del 12 novembre 2011, l'Università di Ferrara non può più procedere al rilascio di certificazioni di qualunque genere che siano destinate ad altri enti pubblici.
Tale obbligo è sancito all'art. 15 della normativa sopracitata:  "Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47. 02 (autocertificazioni, n.d.r.). Sulle certificazioni da produrre ai soggetti privati e' apposta, a pena di nullità, la dicitura: "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi"»; b) all'articolo 41, il comma 2 e' abrogato; c) all'articolo 43, il comma 1 e' sostituito dal seguente: «1. Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi sono tenuti ad acquisire d'ufficio le informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47, nonché tutti i dati e i documenti che siano in possesso delle pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte dell'interessato, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, ovvero ad accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall'interessato (omissis)".

Ulteriori informazioni sulla pagina di Unife dedicata alla "Decertificazione".