Notizia

Isolamento domestico e violenza sulle donne | Chiama l'1522 o usa l'app

31/03/2020

Persone

Isolamento domestico e violenza sulle donne | Chiama l'1522 o usa l'app

Molte donne oggetto di violenza domestica, in queste settimane, sono costrette a restare in famiglia e dunque a diretto contatto con i propri aguzzini, e a rischiare maggiormente per la propria salute e incolumità.

Unife coglie l'invito della Conferenza dei Rettori delle Università italiane (CRUI) e partecipa all'iniziativa di diffusione della campagna ministeriale #LiberaPuoi (guarda il video su YouTube).

Il numero antiviolenza dedicato alle donne è l'1522, è gratuito e attivo 24 ore su 24. E' possibile anche scaricare l'app 1522 sullo smartphone per chattare con le operatrici e chiedere aiuto.

Dai dati del Telefono Rosa, emerge che in questo periodo di coabitazione forzata e di restrizioni alla circolazione, le donne denunciano meno le violenze subite dai propri partner; si sta registrando un vero e proprio crollo delle segnalazioni, le chiamate al 1522 nelle due ultime settimane si sono dimezzate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e le denunce alle Forze dell’Ordine sono diminuite del 50%. Ma questo non è certo il segno di una riduzione degli episodi di violenza.

"Per le donne in queste condizioni, diventa difficile anche fare una telefonata per paura di essere
ascoltate dal proprio convivente: per questo è stata realizzata l'applicazione per lo smartphone" commenta Aurelia Sole, delegata CRUI alle Tematiche di genere.

"In questo momento difficile è necessario porre attenzione al grave problema che riguarda le donne fragili e in difficoltà. Dobbiamo assolutamente scongiurare il rischio che si verifichi un’impennata di violenze sulle donne e di femminicidi, come è già accaduto e denunciato da alcune Ong, in Cina" afferma la professoressa Sole.