COVID-19 e suscettibilità genetica individuale: il doppio cromosoma X femminile potrebbe essere protettivo?

La ricerca del professor Donato Gemmati del Dipartimento di Morfologia, Chirurgia e Medicina Sperimentale, sta valutando la suscettibilità genetica individuale per analizzare la controversa osservazione di un gap su prognosi e mortalità da infezione CoV-2 a svantaggio del sesso maschile. Il gruppo sta investigando la problematica tramite due approcci.

Il primo è basato sul riconoscimento di “candidate-genes” attraverso una dettagliata analisi di pathways implicate nelle fasi di infezione CoV-2 e progressione COVID-19. Abbiamo già identificato una pathway i cui geni sono stati sequenziati in passato dal nostro gruppo per la detection di varianti geniche implicate nella malattia cardiovascolare. Abbiamo successivamente disegnato in collaborazione con la prof.ssa Veronica Tisato dell’LTTA (Laboratorio per le Tecnologie delle Terapie Avanzate) un modello cellulare in vitro basato su confronto ”extreme–genotype-comparisone successiva stratificazione per fenotipo biologico e per sesso (anche le cellule hanno un sesso).

Il secondo approccio attende il termine della raccolta dei campioni biologici della casistica da parte dei gruppi AOUFE con cui collaboriamo, per applicare una strategia diametralmente opposta e complementare definita extreme–phenotype-comparison” e successiva stratificazione per gli aplotipi genici riconosciuti nei pazienti durante la prima fase di studio.Lo stesso approccio potrebbe essere replicato anche su altre popolazioni della nostra regione o di altre del territorio nazionale per confermare o meno l’ipotesi di una differente suscettibilità da “immunità genetica” attribuita alla popolazione Ferrarese contro COVID-19.

Tale ricerca, promette inoltre di riconoscere e identificare le complesse basi genetiche e biologiche della malattia COVID-19 con ricadute traslazionali mirate al riconoscimento della suscettibilità individuale al fine di sviluppare terapie mirate. Il progetto sarà presentato al 13th International Conference on Genomics and Molecular Biology 2020, e sottomesso su International Journal of Molecular Sciences / Section of Molecular Genetics and Genomics.

Il team di ricerca composto da  Veronica Tisato, Giovanna Longo, Juliana Araujo Silva, Tracy Lupiano, and Donato Gemmati partecipa alla 13th International Conference on Genomics and Molecular Biology con un webinar dal titolo "COVID-19 and Genetic Individual susceptibilityMight double X-chromosome in females be protective against Sars-CoV-2 infection compared to single X-chromosome in malesThe role of ACE1/ACE2 genesinflammation and immune response".