Posta Elettronica Certificata

ultima modifica 15/01/2015 17:11

L’uso della PEC per comunicare con L’Università di Ferrara

L’Università degli Studi di Ferrara, ha istituito n. 13 caselle di PEC – Posta Elettronica Certificata:

Alle caselle PEC si possono inviare le istanze e i documenti di carattere ufficiale per i quali è necessaria una ricevuta che certifichi l’invio e la ricezione degli atti

La trasmissione via PEC deve essere effettuata solo da utenti PEC, cioè da utenti che scrivano da una propria casella di posta elettronica certificata.

Per tutte le altre comunicazioni di carattere generale quali: richieste di informazioni sull’Ateneo ed i corsi di laurea, inviti a manifestazioni e pubblicità di eventi, delucidazioni sui servizi offerti dall’Università e altro, si rimanda agli indirizzi degli uffici/dipartimenti competenti reperibili sul portale www.unife.it.

 

Tipi e Formati degli allegati:

Gli allegati alle istanze devono pervenire preferibilmente nel formato PDF/A o PDF, comunque in formato non modificabile (non sono accettati file word, excel, etc).

In caso di file ottenuti da scansioni si consiglia, per limitarne la dimensione, di impostare lo scanner in funzione “Bianco e Nero” e la risoluzione massima a “100 – 150 dpi”.

Per limitare il numero dei file/allegati si raccomanda di riunire diversi documenti/immagini in un unico file PDF.

Per gli allegati tecnici (piante, mappe, progetti, etc) si consiglia l’uso di formati standard (jpeg, tiff)


Dimensioni massime degli allegati:

Si raccomanda di non superare il limite complessivo di 20 MB (20.480 KB) per ogni invio/messaggio e di 5 MB (5.129 KB) per ogni singolo file.

Nel caso le dimensioni dei file siano maggiori, è possibile effettuare invii multipli,inserendo, oltre agli allegati di ogni nuovo invio, una lettera di trasmissione in cui deve essere riportata l’indicazione della procedura di riferimento (es: dicitura del concorso, codice del bando di gara, etc.), il numero dell’invio, il numero totale degli invii (esempio: trasmissione istanza ricercatore 1/3, trasmissione istanza ricercatore 2/3, trasmissione istanza ricercatore 3/3).

Per evitare di frammentare eccessivamente l’invio dei file e la relativa protocollazione e trasmissione alla Commissione giudicatrice, si consiglia di raggruppare istanza ed allegati in un unico file compresso nei formati “.zip”o “.7z”,“rar” o “.tar”.

Azioni sul documento