Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

RILEVAMENTO E RAPPRESENTAZIONE DELL'AMBIENTE COSTRUITO

Anno accademico e docente
Non hai trovato la Scheda dell'insegnamento riferita a un anno accademico precedente? Ecco come fare >>
English course description
Anno accademico
2022/2023
Docente
MARCO GATTI
Crediti formativi
6
Periodo didattico
Secondo Semestre
SSD
ICAR/06

Obiettivi formativi

Il corso consiste nel rilievo e nella rappresentazione, geometrica e strutturale, di un fabbricato esistente eseguiti secondo la Normativa Tecnica vigente, con redazione di una dissertazione scritta corredata di elaborati grafico numerici, comprendente lo svolgimento di un esercizio a tema, concordato con il docente.
La sua vicinanza alla realtà professionale è testimoniata dall’uso di strumenti di rappresentazione BIM Modeler e dallo svolgimento del tema la cui assegnazione verte nella messa in pratica delle informazioni acquisite durante il rilievo e la rappresentazione del fabbricato ai fini, per esempio, di una sua classificazione sismica semplificata o della valutazione qualitativa della sua vulnerabilità, sulla verifica della sua semplicità geometrica e strutturale, sulla rappresentazione dei suoi meccanismi di danno, sulla redazione semplificata del suo CIS. Il rilievo, la rappresentazione dell’edificio e lo svolgimento del tema, vengono svolti singolarmente.

Prerequisiti

Per frequentare il corso è necessario avere una conoscenza elementare del rilievo di dettaglio eseguito con strumenti semplici (metro, cordella, distanziometro laser a mano, ecc.) mentre bisogna possedere delle conoscenze avanzate nell'uso dei software CAD 2D e BIM come, per esempio, Autocad e Revit, della Autodesk. Relativamente a quest’ultimo aspetto lo studente deve essere in grado di gestirsi in maniera autonoma in quanto il corso non prevede nessuna ora di didattica dedicata ad impartire i comandi per il loro uso.
Infine, per eseguire il rilievo di dettaglio del fabbricato ovvero per iscriversi ad un corso di tipo F - Laboratorio è indispensabile, come indicato dal Manifesto degli Studi, acquisire l’idoneità sulla Formazione e sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro, ai sensi del D.LGS. 81/2008 e S.M.I.: questa idoneità deve essere posseduta prima dell’inizio delle lezioni.

Contenuti del corso

Introduzione al corso/laboratorio
Tipologia strutturale dell’edificio oggetto di rilievo ed indicazioni per la scelta
Richiami alla Normativa Tecnica
Il rilevamento e la rappresentazione geometrica
Dal rilevamento geometrico alle informazioni strutturali
Il Rilevamento materico
Informazioni desumibili dal rilevamento materico
Analisi storica
Analisi e rilievo del degrado
Analisi e rilievo dei meccanismi di danno
Verifiche in sito
Le Indagini – Prove in sito - Cenni
Livelli di conoscenza - Fattori di confidenza
Applicazioni del rilevamento geometrico/strutturale
Richiami al Building Information Modelling - BIM relativi alla modellazione strutturale
Revisioni per il completamento del laboratorio
Il programma dettagliato è disponibile nella pagina web del corso collegandosi con le credenziali di UNIFE.

Metodi didattici

L’argomento del corso è costituito dal rilievo e dalla rappresentazione, geometrica e strutturale di un edificio esistente, con assegnazione e svolgimento di un tema specifico. Le attività didattiche sono suddivise in due parti:
- Parte prima – teoria: durata di circa 20 ore che verrà erogata attraverso audio/video lezioni, suddivise per mini unità didattiche preregistrate, della durata massima di 25 minuti e animate, su piattaforma Power Point, condivise nella pagina web del corso per ogni giorno della lezione;
- Parte seconda – pratica: durata di circa 40 ore che verrà erogata con classe room a distanza in ambiente Skype o Meet durante l’orario previsto dalle lezioni. Essa prevede revisioni, domande, commenti, assegnazione dei temi, integrazioni delle lezioni teoriche, assistenza del docente allo svolgimento della parte di rilievo, di rappresentazione e di stesura della dissertazione finale e degli elaborati. La presenza dello studente è consigliata se non obbligatoria durante lo svolgimento della seconda parte anche se l’attività verrà registrata e successivamente condivisa. Si segnala, inoltre, che l’attività di rilievo del fabbricato dovrà essere effettuata al di fuori dell’orario delle lezioni, concordando l’uscita didattica con il docente.
Al termine del corso, inderogabilmente, ogni studente dovrà consegnare una dissertazione scritta corredata di elaborati grafico-numerici relativi al fabbricato oggetto di rilievo e di rappresentazione.
Al di fuori dell’orario delle lezioni e dell’orario di ricevimento settimanale, il docente sarà disponibile per approfondimenti sul corso, solo in casi di comprovata e giustificata esigenza.


Modalità di verifica dell'apprendimento

La capacità acquisita da parte di ogni studente di condurre il rilievo e la rappresentazione assegnata, comprensiva dell’argomento a tema verrà valutata dal docente anche durante il corso ed in particolare nell'ambito dello svolgimento delle attività previste. Per questo motivo è indispensabile partecipare alle attività prevista nella seconda parte del corso in maniera attiva e non passiva o assente.
Solo la verifica dell’apprendimento, delle conoscenze acquisite e dello sviluppo di competenze verrà rinviata all’esame finale, valutando la chiarezza e la sintesi nella descrizione delle fasi delle esercitazioni, il layout grafico, l’interesse e l’impegno manifestati durante la partecipazione alle attività didattiche e la capacità di estendere alle altre discipline ingegneristiche le nozioni impartite.
Sono ammessi all’esame finale gli studenti che sono regolarmente iscritti al corso di RRAC ed hanno consegnato, al termine delle lezioni, la dissertazione scritta con il tema assegnato, corredata di elaborati grafico-numerici.
L’esame verte nella discussione, verifica e analisi della forma, sostanza, correttezza, anche numerica, di quanto riportato nella dissertazione e negli elaborati grafici ed ha una durata variabile da studente. Al termine della stessa verrà espresso un giudizio. Nel giudizio verranno presi in considerazione anche gli aspetti relativi alla condotta ovvero:
- il numero e la frequenza dei collegamenti a distanza nella parte seconda - pratica del corso, previste dal calendario delle lezioni;
- la complessità, la consistenza e la data di inizio, delle attività di rilievo, di rappresentazione e dello svolgimento del tema;
- la partecipazione attiva durante la parte seconda - pratica del corso.
Il giudizio verrà trasformato in un voto (Voto di Giudizio) compreso tra 0 e 30/30 e Lode: l’esame si supera con una votazione minima pari a 18/30.
E’ prevista una seconda prova, detta di riserva, che è:
- obbligatoria per gli studenti che hanno conseguito un voto di giudizio inferiore a 18/30;
- facoltativa per gli studenti che, pur avendo conseguito un voto di giudizio superiore a 18/30, desiderano migliorarlo.
La prova di riserva consiste in una domanda «aperta e scritta» su un argomento del corso trattato durante la parte prima – teoria delle lezioni del corso. Ha una durata massima di 30 minuti e ad essa viene assegnato un punteggio compreso tra 0 e 30/30 lode e, superamento, con un punteggio minino di 18/30. Qualora la prova di riserva sia insufficiente, lo studente dovrà sostenere una nuova prova di riserva nella sessione di esami successiva, prova da ripetersi anche per coloro che avevano conseguito un voto di giudizio pari o superiore a 18/30.

Testi di riferimento

G. Bezoari, C. Monti, A. Selvini. “Misura e rappresentazione”. Casa Editrice Ambrosina Milano
Linee guida di indirizzo per la verifica dell’idoneità statica di un fabbricato
Materiale informativo, schemi e materiale didattico utilizzato durante il corso
Eventuali altri testi o materiale didattico verrà comunicato durante il corso