Perché iscriversi al corso di laurea magistrale in Economia, Mercati e Management

Il corso di laurea magistrale in Economia, Mercati e Management del Dipartimento di Economia e Management è ad accesso libero.

Prepara gli studenti al mondo del lavoro in ambito economico-aziendale, sia nel settore privato sia nel settore pubblico.

Fornisce una formazione caratterizzata da un chiaro orientamento verso specifici sbocchi occupazionali. Inoltre, il progetto formativo complessivo risponde ad una logica fortemente orientata alla trasversalità delle competenze formate.

Per questa ragione viene utilizzata la possibilità di offrire un corso interclasse (LM-56 e LM-77), in modo da cogliere al tempo stesso i vantaggi della trasversalità delle competenze e l'orientamento verso specializzazioni professionali ben individuate.

Proprio al fine di indirizzare al meglio gli studenti verso specifici sbocchi professionali e aree di competenza, il corso è articolato in quattro percorsi biennali tra cui lo studente può scegliere.

  1. Il primo, denominato “Small and Medium Enterprises in International Markets” è in lingua inglese, e consente di acquisire conoscenze e capacità coerenti con le esigenze di internazionalizzazione delle imprese, con una particolare enfasi sulle piccole e medie imprese, per le quali tali necessità sono molto diffuse e cruciali da un punto di vista competitivo. Il fatto che il percorso sia interamente in lingua inglese è coerente sia con i contenuti offerti, che hanno una chiara prospettiva internazionale, sia con l'obiettivo di sviluppare negli studenti, già nel percorso formativo universitario la capacità di muoversi con efficacia in un contesto internazionale.
  2. Il secondo percorso, denominato “Green Economy and Sustainability”, è anch'esso in lingua inglese, e consente di acquisire conoscenze e capacità direttamente pertinenti con le questioni legate alla sostenibilità dell'economia e della gestione aziendale. Gli sbocchi professionali riguardano le figure manageriali e consulenziali nell'ampio settore della cosiddetta “Green Economy”, in notevole crescita negli ultimi anni, anche in termini occupazionali. Il fatto che il percorso sia interamente in lingua inglese è coerente con la realtà delle imprese e degli attori istituzionali impegnati, a vario titolo, nel settore “Green”, poiché in tale settore vi è una presenza elevata (superiore alla gran parte degli altri comparti economici) di imprese e attori che si rivolgono in modo preponderante al mercato internazionale.
  3. Il terzo percorso, denominato “Professioni e Amministrazione d'Impresa”, consente di sviluppare abilità e di acquisire conoscenze relative alla gestione aziendale e agli aspetti giuridici e amministrativi indispensabili per l'orientamento verso sbocchi occupazionali quali gli studi professionali e le attività consulenziali per l'impresa. In questo percorso vengono forniti non solo gli elementi tecnici e le nozioni necessarie alle professioni suddette, ma vengono anche fornite conoscenze relative alla gestione e alla amministrazione aziendale ad ampio spettro, al fine di formare professionisti in grado non solo di fornire prestazioni tecniche specifiche ma anche di saper leggere i fenomeni aziendali nel loro insieme e in una prospettiva strategica.
  4. Il quarto percorso, denominato “Management e Politiche Pubbliche”, consente di acquisire conoscenze e capacità tecniche rivolte al settore pubblico allargato, nel quale si trovano ad operare aziende pubbliche, aziende private a partecipazione pubblica, o aziende private che hanno rapporti strutturali con la realtà pubblica. Gli sbocchi professionali possibili riguardano ruoli di consulenza, tecnici o dirigenziali nell'ambito delle diverse aziende pubbliche locali, regionali, nazionali, o di livello internazionale.

 

Come nel percorso triennale, anche nella laurea magistrale vengono fornite importanti opportunità formative attraverso esperienze di tirocinio e stage in aziende e istituzioni, di alternanza studio – lavoro (progetto PIL), e di studio in contesti internazionali (Progetto Erasmus Plus e Atlante) attraverso partnership consolidate con numerose università europee.