Accesso documentale

L'accesso agli atti amministrativi, previsto dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, consiste nel diritto degli interessati di prendere visione di documenti amministrativi o di estrarne copia previo pagamento della somma determinata secondo le regole contenute nel Tariffario allegato al regolamento.

Può essere esercitato da tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi  pubblici o diffusi , che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale collegato ad una situazione che sia giuridicamente  tutelata  e connessa al documento  oggetto di richiesta di accesso. Si intende per documento amministrativo, ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura.

Il diritto di accesso è esercitabile fino a quando la pubblica amministrazione ha l'obbligo di detenere i documenti amministrativi ai quali si chiede di accedere.

La domanda può esser presentata dal soggetto direttamente o da un suo delegato:  legale rappresentante-difensore, procuratore, tutore. La delega, con copia fotostatica del documento di identità del delegante, deve essere allegata alla richiesta.

Moduli 

Utenti esterni

Per esercitare il diritto d'accesso ai sensi di legge l'Amministrazione mette a disposizione degli utenti la modulistica compilabile online. Scegli l'istanza che fa al tuo caso, compilala, stampala ed inoltrala all'Amministrazione.

  1. Richiesta di accesso agli atti amministrativi
  2. Delega accesso atti amministrativi
  3. Dichiarazione sostitutiva accesso
  4. Istanza di riesame accesso atti amministrativi
  5. Opposizione del terzo alla richiesta di accesso agli atti
  6. Ricorso alla Commissione accesso atti amministrativi 

Operatori dell'Amministrazione Universitaria