LABORATORIO DI URBANISTICA (LAB C)

Anno accademico e docente
Non hai trovato la Scheda dell'insegnamento riferita a un anno accademico precedente? Ecco come fare >>
English course description
Anno accademico
2020/2021
Docente
MARCO ZAOLI
Crediti formativi
11
Periodo didattico
Secondo Semestre

Obiettivi formativi

CONOSCENZE E COMPRENSIONE
Gli obiettivi del Laboratorio sono di diverso ordine:
1) Fornire agli studenti i metodi e le tecniche di base per riconoscere e analizzare le caratteristiche funzionali, morfologiche e infrastrutturali dei contesti urbani, utili a coglierne le implicazioni ambientali, culturali, sociali ed economiche e compiere valutazioni a riguardo.
2) Fornire la conoscenza dei metodi di analisi sistemica del contesto urbano e territoriale e della sua evoluzione storica.
3) Fornire conoscenze sulle teorie di progettazione e pianificazione urbanistica, le tecniche di analisi, le politiche per il governo del territorio, la tutela dell’ambiente, l’uso sostenibile delle risorse, la valutazione ambientale.
4) Fornire elementi per l’applicazione in campo urbanistico della valutazione, della composizione, della morfo-tipologia, dei sistemi di rappresentazione cartografica ed informativi territoriali.
5) Fornire capacità per comprendere i rapporti sistemici intercorrenti fra l’ambito urbano di intervento, la città, il territorio, dal punto di vista ambientale, sociale, economico.
CAPACITA’ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (ABILITA’)
Le conoscenze acquisite saranno applicate per compiere all’interno del Laboratorio le seguenti attività progettuali, propedeutiche all’applicazione nella pratica professionale:
- pianificare e progettare interventi di conservazione, riqualificazione, rigenerazione e/o trasformazione urbana;
- elaborare schemi di assetto che contengano l’individuazione delle aree e dei luoghi di possibile trasformazione funzionale, morfologica e ambientale;
- definire, all’interno di un quadro strategico, obiettivi progettuali, strumenti di attuazione, azioni progettuali di trasformazione e modi di intervento, con particolare attenzione all’organizzazione degli spazi aperti e dei percorsi, del sistema funzionale, ambientale e morfologico del costruito, dell’organizzazione della mobilità, al rapporto fra gli spazi aperti e l’armatura urbana.

Prerequisiti

Possono sostenere l’esame solo coloro che hanno sostenuto l’esame di:
- Urbanistica
La partecipazione al corso è aperta agli studenti Erasmus e a quelli provenienti da altri programmi di interscambio.
Sono richieste abilità sull’uso di programmi di rappresentazione e di disegno CAD e di georeferenziazione.

Contenuti del corso

Nel Laboratorio viene condotta un'esperienza di progettazione urbanistica.
Durante il Laboratorio - in parallelo alla progettazione e con il contributo dei moduli integrativi - vengono analizzati il contesto territoriale ed urbano e le sue trasformazioni consolidate, illustrati i contenuti degli strumenti di pianificazione urbanistica e territoriale, valutate le condizioni attuative di un processo di trasformazione e/o recupero urbano complesso.
Inoltre vengono illustrati esperienze di progettazione e pianificazione e esempi di buone pratiche di conservazione, riqualificazione, rigenerazione e trasformazione urbana in Italia e all’estero.
L’esercitazione di progettazione urbana si articola in tre fasi:
1. Identificazione delle potenzialità e opportunità di trasformazione e costruzione di un quadro generale di obiettivi strategici: analisi dei progetti, programmi e piani urbanistici vigenti finalizzata alla valutazione del loro impatto sulla configurazione futura dell’area e sul sistema delle relazioni urbane. Questa fase comprende la “lettura” dei diversi contesti interessati attraverso sopralluoghi e rilievi sul campo, e una prima definizione degli obiettivi strategici, rappresentati attraverso elaborati “provvisori” a scelta degli studenti (schemi, schizzi e diagrammi, annotazioni, ecc.).
2. Elaborazione di uno schema “strategico/ideogrammatico” con l’individuazione dei temi e dei luoghi della possibile trasformazione e una prima definizione delle future possibilità di assetto urbanistico (possibili destinazioni d’uso, accessibilità, morfo-tipologie d’intervento). Lo schema “strategico/ideogrammatico” e le scelte di assetto urbanistico vengono rappresentati attraverso elaborati “in bozza” concordati con i docenti.
3. Approfondimento e verifica progettuale con la definizione finale del “Progetto operativo” (schema di assetto urbanistico e specifici approfondimenti progettuali individuali), attraverso gli elaborati tipici di un Piano Urbanistico Attuativo (planimetrie, sezioni e profili altimetrici alle scale appropriate, plastici, schizzi, ecc.). In questa fase vengono prodotti gli elaborati definitivi richiesti per l’esame.
Al termine di ciascuna delle tre fasi, è prevista un’esposizione “informale” dei lavori in corso di svolgimento nelle tre sezioni del Laboratorio, per una verifica comune dello stato di avanzamento.
I contributi forniti dai moduli integrativi, nello svolgimento della esercitazione progettuale e attraverso lezioni e seminari, riguardano in particolare:
1) Modulo di Storia dell'Urbanistica: le problematiche della trasformazione nelle evoluzioni più recenti delle discipline del progetto urbano e nelle forme di pianificazione.
2) Modulo di Tecniche di Analisi urbane e Territoriali: la lettura dei contesti urbani e l'uso di tecniche appropriate per la raccolta e sistemazione dei dati d'indagine e la valutazione delle scelte progettuali.

Metodi didattici

L’esercitazione viene svolta in tre Laboratori coordinati fra loro, con attività in parte comuni, e si compone di tre fasi durante le quali vengono sviluppate la lettura del contesto, la raccolta dei dati di analisi e l’esplorazione progettuale. In parallelo con lo svolgimento della progettazione, sono previste lezioni e esercitazioni, che comprendono gli approfondimenti storico-critici e le analisi del contesto urbano, sviluppati con i docenti dei corsi integrativi di Storia dell’Urbanistica e di Tecniche di Analisi Urbane e Territoriali.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Lo sviluppo del percorso di progettazione è seguito dai docenti attraverso incontri e revisioni continui, con verifiche intermedie e attraverso l’esposizione dei progetti e la loro discussione critica a Laboratori riuniti. La verifica del percorso di progettazione avviene attraverso la valutazione di elaborati grafici, modelli e relazioni predisposti dagli studenti secondo criteri stabiliti all’inizio dei laboratori.
L’esame consiste nella discussione dei progetti sviluppati dagli studenti nel corso dell’esercitazione con i docenti responsabili del Laboratorio e i titolari dei moduli integrativi.
Gli elaborati richiesti vengono indicati all’inizio del Laboratorio e, fatte salve eventuali integrazioni e modifiche concordate con i docenti durante le revisioni, costituiscono la condizione necessaria per sostenere l’esame.
La valutazione degli elaborati tiene conto non solo della loro completezza ma anche e soprattutto della coerenza dei contenuti - dalle analisi interpretative alla definizione degli obiettivi strategici, fino all’articolazione delle scelte progettuali e alla loro rappresentazione.
La continuità del processo di apprendimento e la partecipazione attiva al Laboratorio costituiscono elemento rilevante nella valutazione finale.

Testi di riferimento

L. Gaeta, U. Janin Rivolin, L. Mazza, “Governo del territorio e pianificazione spaziale”, CittàStudiEdizioni, 2013, ISBN 9788825173826
Kevin Lynch, “L’immagine della città”, Marsilio Editori, Venezia 1964, ISBN 9788831772678
Secchi B., “La Città del Ventesimo Secolo”, Laterza, 2005
Materiali didattici e indicazioni bibliografiche sui temi affrontati dal Laboratorio vengono forniti all'inizio del semestre e durante lo svolgersi delle lezioni.