Obiettivi formativi

[Informazioni tratte dalla Scheda Unica Annuale del Corso di studio]

L'obiettivo del corso di laurea magistrale è quello di formare specialisti del benessere che uniscano ad una solida preparazione culturale di base le competenze necessarie per progettare in autonomia, attuare e gestire programmi di attività motoria e sportiva basati su valutazioni funzionali anche complesse e finalizzati alla prevenzione delle malattie e al miglioramento delle condizioni cliniche e funzionali e della qualità di vita del praticante.

Il percorso formativo, riportato dettagliatamente in seguito, si struttura fondamentalmente su due aree di apprendimento
Area biomedica finalizzata alla conoscenza dell'organizzazione morfologica e funzionale del corpo umano con particolare riferimento ai meccanismi di adattamento all'esercizio fisico dei principali apparati; dei fattori genetici, molecolari e energetico-cellulari coinvolti nell'esercizio fisico; dei principi base della nutrizione umana e della dieta; alle conoscenze di prevenzione e riabilitazione mediante l'attività motoria nelle diverse età, in condizioni di disabilità neuropsichiche e nel corso di patologie croniche

Area motoria e sportiva finalizzata alla conoscenza dei metodi di valutazione funzionale dei diversi apparati e sistemi coinvolti nell'attività motoria, applicabili sia nel soggetto sano sia in diverse situazioni patologiche; conoscenza della formulazione, prescrizione e gestione di adeguati programmi di attività fisica; conoscenza delle forme didattiche applicate all'handicap, all'attività di sostegno e di recupero, all'inserimento e all'integrazione e, in generale, al trattamento pedagogico della differenza;

Il percorso formativo prevede nel primo anno l'acquisizione di conoscenze e comprensione dei meccanismi anatomici e fisiologici del movimento, dei principi di diritto sportivo e degli elementi psico-sociologici necessari per poter intervenire con competenza sui possibili praticanti in relazione al contesto socio-economico.
Successivamente lo studente acquisisce competenze nella progettazione di attività motorie adattate alle diverse età e stato di salute con particolare riguardo ai principi della biomeccanica del movimento e della sport terapia e agli aspetti di psicologia clinica dello sport.
Nel primo semestre del secondo anno sono affrontati gli aspetti della somministrazione dell'esercizio fisico in presenza di particolari condizioni, quali la gravidanza e di patologie croniche cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, osteoarticolari e reumatiche
Nel secondo semestre del II anno gli studenti effettuano un tirocinio formativo e possono integrare le conoscenze attraverso corsi a libera scelta (9 CFU) tra tutti quelli attivati in Ateneo. Infine, sotto la supervisione di un docente del CdS, potranno dedicarsi ad uno specifico argomento per la preparazione di una tesi di laurea (8 CFU).
Le conoscenze sviluppate nel corso forniranno al laureato magistrale una conoscenza approfondita delle attività tecniche di prevenzione motoria e sportiva nelle diverse età (infanzia, adolescenza, vita adulta, sensescenza) e di valutare le necessità di intervento motorio, a scopo riabilitativo, preventivo e adattivo, anche in presenza di patologie croniche stabilizzate o di disagio psichico e/o sociale. Parallelamente saranno sviluppate conoscenze adeguate per poter identificare nuovi programmi di attività motoria e sportiva per il recupero, mantenimento e miglioramento dello stato di salute.
Le capacità sviluppate dal Laureato magistrale lo metteranno in grado di svolgere ricerca di base ed applicata nell'ambito dell'attività motoria e sportiva, di comprendere ed utilizzare valutazioni funzionali preliminari ed in itinere per progettare e controllare le attività motorie e sportive, di implementare le possibilità motorie in soggetti in età evolutiva, con la prospettiva di avviamento ad attività ginnico sportive e di assicurare un corretto sviluppo psicomotorio, di evitare i fenomeni dell'abbandono e della astensione dalle attività motorie nell'adulto e nell'anziano, favorendo percorsi di attività motoria specifici e personalizzati in base alle caratteristiche psicofisiche del soggetto sano. Inoltre, gli aspetti di conoscenza delle patologie fisiche e psichiche consentiranno di attivare capacità orientate elettivamente a superare le disabilità e a facilitare il recupero riabilitativo in soggetti affetti da patologie croniche e invalidanti come nel settore della riabilitazione cardiologica e respiratoria, delle situazioni post-traumatiche e delle condizioni depressive che frequentemente ad esse si accompagnano.