Tirocinio

Il tirocinio professionale è una strategia formativa che prevede l’affiancamento dello studente ad un professionista esperto e in contesti sanitari specifici al fine di apprendere le competenze previste dal ruolo professionale. L’apprendimento in tirocinio avviene attraverso la sperimentazione pratica, l’integrazione dei saperi teorico-disciplinari con la prassi operativa professionale ed organizzativa, il contatto con membri di uno specifico gruppo professionale. Attraverso il tirocinio lo studente viene a contatto con contesti organizzativi e inizia ad apprezzare relazioni lavorative, rapporti interprofessionali, valori, abilità, comportamenti lavorativi, quindi rappresenta anche una presocializzazione al mondo del lavoro. Tuttavia il tirocinio è soprattutto una strategia formativa e non sostituisce la necessità di un piano di inserimento lavorativo del neolaureato al momento dell’assunzione per sviluppare le competenze specifiche di quel contesto. L’individuazione e selezione delle sedi di tirocinio è responsabilità del Direttore delle Attività Didattiche Le sedi per il tirocinio professionale possono essere individuate nell'ambito delle strutture sanitarie e sociali delle Aziende convenzionate con l’Università attraverso i protocolli di intesa regionali o locali oppure strutture esterne nazionali o estere per le quali si deve procedere all'accreditamento e a specifiche convenzioni, e devono garantire l’applicazione delle norme che citano o disciplinano aspetti

relativi al tirocinio. Le sedi di tirocinio sono inoltre individuate sulla base dei requisiti previsti dalle normative europee e nazionali (D. l.vo 353/94 art.6 Decreto MURST 24/09/1997)

Il Direttore delle Attività Didattiche del Corso di Studi è la Dott.ssa Monica Rizzati

Per avere indicazioni circa la costruzione del Progetto di tirocinio che avrai definito preventivamente con puoi consultare: