DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO

Anno accademico e docente
Non hai trovato la Scheda dell'insegnamento riferita a un anno accademico precedente? Ecco come fare >>
English course description
Anno accademico
2020/2021
Docente
FRANCESCO CAPUTO NASSETTI
Crediti formativi
6
Periodo didattico
Secondo Semestre
SSD
IUS/05

Obiettivi formativi

Contenuti del corso
Il corso è articolato in due parti. Una parte è dedicata agli aspetti pubblicistici e allo studio del Testo Unico bancario. La seconda dedicata a quelli squisitamente privatistici e in particolare alle principali fattispecie contrattuali utilizzate nella prassi degli affari e delle attività delle imprese. In maggiore dettaglio:
Parte Pubblicistica
1. Le fonti del diritto bancario e finanziario
2. L'esercizio dell’attività bancaria
3. L'attività finanziaria
4. Gli organi di vigilanza
5. Le varie tipologie di banche
6. La crisi della banca
7. La disciplina del mercato mobiliare
Parte Privatistica
1. La disciplina dei rapporti con il cliente
2. Circolazione dei crediti, cartolarizzazioni, factoring e forfaiting
3. Contratti bancari di raccolta (obbligazioni, certificati di deposito, depositi bancari, prestiti subordinati e/o perpetui ...)
4. Contratti bancari di credito (mutuo, apertura di credito, anticipazione bancaria, sconto, riporto, pronti contro termine, prestito titoli, credito fondiario, credito agrario, ...)
5. Finanza di progetto e usuali deroghe alle norme civilistiche del contratto di appalto
6. Garanzie attive (contratti di garanzia finanziaria, fideiussione, pegno irregolare, pegno rotativo, lettere di patronage, keepwell agreement….) e passive (performance bond, bid bond, advance payment bond….)
7. Crediti documentari
8. Strumenti finanziari derivati
9. Titoli di credito
10. I servizi di investimento
Metodi didattici
Il corso è volto a stimolare quanto più possibile il coinvolgimento dello studente nella discussione dei casi pratici, dei problemi teorici e degli approfondimenti che verranno affrontati durante le lezioni. Per tale motivo il corso non è una mera spiegazione del manuale consigliato perchè si pone l'obiettivo di approfondire determinati aspetti della materia bancaria. Gli appunti raccolti a lezione ed il materiale distribuito serviranno ad integrare le nozioni esposte nel manuale.
Il metodo utilizzato nelle lezioni presuppone la lettura del/dei capitoli - che verranno indicati dal docente di volta in volta - da parte dello studente prima della rispettiva lezione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
La verifica del profitto avverrà con prova orale. L’esame è rivolto ad accertare la piena ed approfondita conoscenza della disciplina bancaria.
E'' necessaria, ai fini del superamento dell'esame, la conoscenza del Testo Unico bancario (d. lgs. 1° settembre 1993, n. 385, e successive modificazioni e integrazioni), che è ricompreso anche nelle più comuni edizioni del codice civile (si raccomanda di utilizzare le edizioni più recenti, in quanto il Testo Unico bancario viene frequentemente modificato) o sul sito www.bancaditalia.it dove è costantemente aggiornato. E'' utile approfondire gli argomenti trattati con la lettura delle Istruzioni di Vigilanza per le banche (reperibili sul sito della Banca d''Italia www.bancaditalia.it).
Gli argomenti trattati nella Parte Privatistica non sono riconducibili ad un unico manuale in commercio. Si forniranno nel corso delle lezioni indicazioni e materiali didattici a complemento del manuale sopra consigliato.
Testi di riferimento
PAOLO BONTEMPI, Diritto bancario e finanziario, ultima edizione, Giuffrè

Per la preparazione dell’esame è necessario consultare l’ultima edizione del manuale segnalato.
Durante il corso verranno messe a disposizione degli studenti le slides utilizzate per le lezioni.
Eventuali testi di approfondimento verranno segnalati dal docente su specifica richiesta degli studenti interessati.

Prerequisiti

Prerequisiti
Gli studenti debbono possedere una conoscenza degli istituti fondamentali del diritto privato, in particolare del diritto privato dei rapporti patrimoniali (obbligazioni e contratti), del sistema delle fonti del diritto italiano e della Carta costituzionale, nonché del diritto commerciale. E’ consigliabile una conoscenza dei principi di diritto fallimentare. E’ altresì consigliabile affiancare il percorso di studi di Contratti bancari

Contenuti del corso

Contenuti del corso
Il corso è articolato in due parti. Una parte è dedicata agli aspetti pubblicistici e allo studio del Testo Unico bancario. La seconda dedicata a quelli squisitamente privatistici e in particolare alle principali fattispecie contrattuali utilizzate nella prassi degli affari e delle attività delle imprese. In maggiore dettaglio:
Parte Pubblicistica
1. Le fonti del diritto bancario e finanziario
2. L'esercizio dell’attività bancaria
3. L'attività finanziaria
4. Gli organi di vigilanza
5. Le varie tipologie di banche
6. La crisi della banca
7. La disciplina del mercato mobiliare
Parte Privatistica
1. La disciplina dei rapporti con il cliente
2. Circolazione dei crediti, cartolarizzazioni, factoring e forfaiting
3. Contratti bancari di raccolta (obbligazioni, certificati di deposito, depositi bancari, prestiti subordinati e/o perpetui ...)
4. Contratti bancari di credito (mutuo, apertura di credito, anticipazione bancaria, sconto, riporto, pronti contro termine, prestito titoli, credito fondiario, credito agrario, ...)
5. Finanza di progetto e usuali deroghe alle norme civilistiche del contratto di appalto
6. Garanzie attive (contratti di garanzia finanziaria, fideiussione, pegno irregolare, pegno rotativo, lettere di patronage, keepwell agreement….) e passive (performance bond, bid bond, advance payment bond….)
7. Crediti documentari
8. Strumenti finanziari derivati
9. Titoli di credito
10. I servizi di investimento

Metodi didattici

Metodi didattici
Il corso è volto a stimolare quanto più possibile il coinvolgimento dello studente nella discussione dei casi pratici, dei problemi teorici e degli approfondimenti che verranno affrontati durante le lezioni. Per tale motivo il corso non è una mera spiegazione del manuale consigliato perchè si pone l'obiettivo di approfondire determinati aspetti della materia bancaria. Gli appunti raccolti a lezione ed il materiale distribuito serviranno ad integrare le nozioni esposte nel manuale.
Il metodo utilizzato nelle lezioni presuppone la lettura del/dei capitoli - che verranno indicati dal docente di volta in volta - da parte dello studente prima della rispettiva lezione.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento
La verifica del profitto avverrà con prova orale. L’esame è rivolto ad accertare la piena ed approfondita conoscenza della disciplina bancaria.
E'' necessaria, ai fini del superamento dell'esame, la conoscenza del Testo Unico bancario (d. lgs. 1° settembre 1993, n. 385, e successive modificazioni e integrazioni), che è ricompreso anche nelle più comuni edizioni del codice civile (si raccomanda di utilizzare le edizioni più recenti, in quanto il Testo Unico bancario viene frequentemente modificato) o sul sito www.bancaditalia.it dove è costantemente aggiornato. E'' utile approfondire gli argomenti trattati con la lettura delle Istruzioni di Vigilanza per le banche (reperibili sul sito della Banca d'Italia www.bancaditalia.it).
Gli argomenti trattati nella Parte Privatistica non sono riconducibili ad un unico manuale in commercio. Si forniranno nel corso delle lezioni indicazioni e materiali didattici a complemento del manuale sopra consigliato.

Testi di riferimento

Testi di riferimento
PAOLO BONTEMPI, Diritto bancario e finanziario, ultima edizione, Giuffrè

Per la preparazione dell’esame è necessario consultare l’ultima edizione del manuale segnalato.
Durante il corso verranno messe a disposizione degli studenti le slides utilizzate per le lezioni.
Eventuali testi di approfondimento verranno segnalati dal docente su specifica richiesta degli studenti interessati.