COMUNICAZIONE E RELAZIONE

Anno accademico e docente
Non hai trovato la Scheda dell'insegnamento riferita a un anno accademico precedente? Ecco come fare >>
English course description
Anno accademico
2021/2022
Docente
STEFANO CARACCIOLO
Crediti formativi
6
Periodo didattico
Primo Semestre

Obiettivi formativi

PSICOLOGIA GENERALE: Lo studente sarà in grado di mostrare competenze sui processi cognitivi di base (attenzione, coscienza, linguaggio, comunicazione, intelligenza, motivazione, emozione) e conosce i principali orientamenti teorici allo studio della personalità (approccio dei tratti e biologico, fenomenologico, comportamentista, socio-cognitivo)
PSICOLOGIA DELLA RELAZIONE NELLA CLINICA: Lo studente conoscerà il modello medico e il modello biopsicosociale e acquisirà nozioni relative al sistema di classificazione ICF. Conoscerà le principali teorie dell’apprendimento. Acquisirà nozioni rispetto ai fattori personali e ambientali che influenzano il funzionamento della persona con una particolare condizione di salute e rispetto alla qualità di vita connessa alla salute. Apprenderà nozioni relative alle reazioni cognitive, emotive e comportamentali della famiglia al cambiamento di condizione di salute del congiunto. Infine, acquisirà nozioni rispetto alla sindrome del burnout e competenze relative alla comunicazione assertiva.
PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE: Conoscere i principi della comunicazione interpersonale e riferirsi ai principali modelli teorici. Riconoscere la comunicazione come processo secondo una prospettiva cognitiva, emozionale e sociale. Riconoscere i diversi stili comunicativi e le competenze sociali alla base dell'interazione con l'altro. Migliorare l'ascolto attivo, la capacità di dare e ricevere feedback e la gestione dei conflitti. Riconoscere i meccanismi e fattori coinvolti nella comunicazione problematica o fallimentare. Conoscere i meccanismi alla base della comunicazione patologica nei principali disturbi di interesse psichiatrico.

Prerequisiti

nessuno

Contenuti del corso

PSICOLOGIA GENERALE: Psicologia dei processi cognitivi: attenzione, coscienza, linguaggio, comunicazione, intelligenza, motivazione, emozione
Teorie della personalità: approccio dei tratti e biologico, fenomenologico, comportamentista, socio-cognitivo. Apprendimento, Memoria, Percezione, Capacità di ascolto, Comunicazione col paziente.
PSICOLOGIA DELLA RELAZIONE NELLA CLINICA: La cornice teorica: il modello medico, il modello biopsicosociale e la Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF). Le teorie dell’apprendimento: il condizionamento classico di Pavlov, il condizionamento operante di Skinner e il modellamento di Bandura. I fattori personali: l’autoefficacia, lo stile attributivo, l’orientamento ottimista, l’hardiness, il coping, la rappresentazione di malattia e i comportamenti connessi alla salute e l’aderenza alle prescrizioni. I fattori ambientali: l’alleanza terapeutica e lo stigma. La qualità di vita connessa alla salute nella persona con cancro del distretto testa-collo, con cerebrolesione, con strabismo e con psicopatologia. La famiglia: la figura del caregiver e le reazioni cognitive, emotive e comportamentali dei familiari di una persona con trauma cranio-encefalico, cancro del distretto testa-collo e psicopatologia. L’operatore: la sindrome del burnout e la comunicazione assertiva.
PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE: Le fonti motivazionali del comportamento interpersonale: principio di cooperazione e principio di competizione. Le funzioni della comunicazione interpersonale e i principali modelli teorici. La comunicazione come processo di definizione di sé e di influenza dell'Altro. Analisi delle competenze comunicative e dei livelli e sistemi di comunicazione. Pragmatica della comunicazione umana. La Comunicazione Non Verbale (CNV). Espressione e comunicazione delle emozioni. La miscommunication e gli ostacoli alla comunicazione. Lo sviluppo della competenza comunicativa. I deficit della comunicazione in una prospettiva cognitiva e di Teoria della Mente. La comunicazione assertiva e patologica. Il modello dell'Analisi Transazionale (G-A-B): paradigma della comunicazione interpersonale.

Metodi didattici

Lezione frontale, seminari aperti di discussione di osservazioni cliniche

Modalità di verifica dell'apprendimento

PSICOLOGIA GENERALE: Esame orale basato sulla discussione di un elaborato scritto su un tema prefissato. Si valuteranno la proprietà di linguaggio, l’originalità dei contenuti e l’utilizzo appropriato dei concetti affrontati nelle lezioni.
PSICOLOGIA DELLA RELAZIONE NELLA CLINICA: l’obiettivo della prova di esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. L’esame consiste in una prova orale che prevede complessivamente 3 domande. Per ogni risposta si valutano l’appropriatezza della scelta lessicale; la coerenza, la coesione e la pianificazione del discorso; il livello di elaborazione dei contenuti; la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi degli argomenti trattati nel corso. Per ciascuna di queste voci sono previsti tre punteggi (corrispondenti a “prestazione insufficiente”, “prestazione buona”, “prestazione ottima”) la cui somma costituisce il punteggio complessivo ottenuto alla domanda; a sua volta, la somma dei punteggi a ciascuna domanda costituisce il punteggio totale, corrispondente al voto finale. Prestazioni particolarmente soddisfacenti garantiranno la lode.
PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE: esame orale individuale della durata media di 30 minuti. Vengono formulate 3 domande su tutto il programma svolto: la prima è a scelta dell'esaminato, la seconda è a discrezione dell'esaminatore, la terza viene stabilita dal caso. La valutazione viene fatta sulla base della qualità espositiva, sulla capacità di creare nessi logici e coerenti tra elementi diversi, sulla capacità di esprimere concetti e critiche in maniera socialmente competente.
IL VOTO FINALE RISULTA DALLA MEDIA ARITMETICA DEI VOTI CONSEGUITI IN CIASCUNA PROVA.

Testi di riferimento

PSICOLOGIA GENERALE: Myers, Psicologia, Zanichelli Bologna.
PSICOLOGIA DELLA RELAZIONE NELLA CLINICA: Dispense e slides del docente.
PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE: Capitoli selezionati da:
Ricci Bitti, Zani, La comunicazione come processo sociale, Il Mulino; Zani, Selleri, David, La comunicazione, Carocci; Anolli (a cura di), Psicologia della comunicazione, Il Mulino; Schultz von Thun, Parlare insieme, TEA; Anchisi, Gambotto, Non solo comunicare, Edizioni Libreria Cortina Torino; Anchisi, Gambotto Dessy, Manuale di assertività – Teoria e pratica delle abilità relazionali: alla scoperta di sé e degli altri, Edizioni Franco Angeli Milano; Genain, Lerond, Analisi transazionale e comunicazione, De Vecchi Ed.; Mizzau, E tu allora? Il Mulino; Giannelli, Comunicare in modo etico, Raffaello Cortina Editore.
Dispensa del Corso di Psicologia della Comunicazione Interpersonale.