DIRITTO PROCESSUALE DELLA FAMIGLIA ITALIANO ED EUROPEO

Anno accademico e docente
Non hai trovato la Scheda dell'insegnamento riferita a un anno accademico precedente? Ecco come fare >>
English course description
Anno accademico
2021/2022
Docente
LAURA DURELLO
Crediti formativi
6
Periodo didattico
Secondo Semestre
SSD
IUS/15

Obiettivi formativi

Durante il corso verranno approfonditi i principali i procedimenti in materia di famiglia esistenti nell’ordinamento giuridico italiano. Non solo quindi i processi di separazione e di divorzio, giudiziali o consensuali, ma anche l’esecuzione forzata dei provvedimenti familiari, le azioni in materia di stato, le misure di protezione dei soggetti deboli (interdizione, inabilitazione e amministrazione di sostegno), lo scioglimento delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e l’esame degli aspetti processuali delle controversie familiari con elementi di internazionalità. Particolare attenzione è riservata all’evoluzione giurisprudenziale ed all’analisi delle più importanti sentenze in materia, pur senza trascurare i principali apporti dedicati a queste tematiche dalla dottrina processualcivilistica.

Principali abilità: al termine del corso lo studente sarà in grado di analizzare i singoli procedimenti in materia di famiglia anche alla luce degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali. Tale bagaglio conoscitivo permetterà allo studente di individuare ed applicare alle fattispecie concrete i precetti legislativi generali ed astratti.

Prerequisiti

Conoscenza adeguata dei principi e degli istituti fondamentali del diritto processuale civile.

Contenuti del corso

La separazione giudiziale, il divorzio contenzioso e lo scioglimento delle unioni civili. - La tutela processuale dei figli nati fuori dal matrimonio. - Il giudizio di separazione consensuale, lo sciogli,memto consensuale delle unioni civili, il divorzio su domanda congiunta. - I procedimenti consensuali stragiudiziali di separazione, divorzio e scioglimento delle unioni civili. - La modifica delle condizioni di separazione, di divorzio e di scioglimento delle unioni civili. - L'esecuzione forzata dei provvedimenti in materia di famiglia. - Le azioni in materia di stato . - Le misure di protezione dei soggetti deboli: interdizione, inalibilitazione e amministrazione di sostegno. - La crisi matrimoniale con elementi di internazionalità.


Le lezioni saranno così ripartite: 30 ore di lezioni frontali, 5 ore dedicate all’esposizione di ricerche giuridiche che saranno assegnate dal docente agli studenti frequentanti suddivisi per gruppi, 5 ore finalizzate alla visione di atti processuali ed alla ricerca delle fonti giuridiche.

Metodi didattici

Nell’ambito delle lezioni verranno illustrati i principali istituti del diritto processuale di famiglia, affrontandone le questioni maggiormente problematiche, stante il susseguirsi di numerosi interventi legislativi che hanno inciso sulla materia ridisegnandone la mappatura. Nel corso delle lezioni verranno altresì presi in esame alcuni casi pratici che gli studenti saranno chiamati a risolvere attraverso una discussione orale.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’esame si svolge in forma orale in un unico colloquio con la commissione esaminatrice, la quale verificherà la conoscenza e la comprensione dei procedimenti in materia di famiglia. Al termine dell’esame verrà attribuita una valutazione espressa in trentesimi. Non è previsto lo svolgimento di alcuna prova interna durante il corso.

Testi di riferimento

Aa.Vv., Diritto processuale di famiglia ( a cura di) Graziosi, Giappichelli Editore, Torino, 2016.