Prova finale: caratteristiche

 

  1. La tesi consiste nella redazione di un elaborato scritto di lunghezza compresa fra 60000 e 160000 caratteri (spazi inclusi), compresa la bibliografia e ogni altra parte dell’elaborato.
  2. L’elaborato deve riguardare un tema concordato fra docente e studente.
  3. Il lavoro deve essere svolto con un significativo grado di autonomia da parte dello studente, dunque la tesi rappresenta una prova che consenta al relatore di valutare la maturità dello studente in termini di capacità di proporre una riflessione critica e analitica, la sua padronanza della materia e la capacità di reperire materiali utili al lavoro da svolgere, oltre alla capacità di sintesi e di scrittura.
  4. L’elaborato, una volta completato, viene discusso con lo studente e il relatore in una data concordata.
  5. La valutazione dell’elaborato è a cura del docente relatore e di un docente garante che lo affianca durante la discussione.
  6. Il punteggio assegnato deve fare riferimento alla sottostante griglia di riferimento.
VOTOVALUTAZIONE DELL’ELABORATO
0-1 Elaborato di qualità e completezza sufficienti, basato su riferimenti di letteratura essenziali, e che comunque denota un impegno adeguato da parte dello studente.
2-3 Elaborato di discreta o buona qualità, che dimostra una adeguata capacità di riflessione critica, arricchito da una buona ricerca della letteratura pertinente.
4-5 Elaborato di ottima qualità, che denota elementi di originalità, dimostra una spiccata capacità di riflessione critica, ed è arricchito da riferimenti bibliografici esaustivi.

7. La proclamazione pubblica sarà differita rispetto alla discussione.

PUNTEGGIO COMPLESSIVO: Il punteggio massimo ottenibile per una tesi triennale è di 5 punti.

ATTRIBUZIONE DELLA LODE: La lode può essere assegnata su proposta del docente relatore e del docente garante solo a studenti la cui media ponderata dei voti sia pari o superiore al 105.