Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Rinuncia definitiva agli studi

Lo studente ha facoltà di rinunciare agli studi intrapresi e immatricolarsi ex-novo al medesimo o ad altro corso di studi, purchè attivato dall'Ateneo, senza obbligo di pagare le tasse arretrate di cui sia eventualmente in difetto.
La rinuncia deve essere manifestata con  istanza da presentare presso l'Ufficio carriera di afferenza ,  in modo chiaro ed esplicito, senza l'apposizione sulla medesima di condizioni, termini e clausole che ne restringano l'efficacia.

Alla domanda deve essere allegata una marca da bollo di importo corrente (attualmente euro 16,00).

A coloro che hanno rinunciato agli studi potranno essere rilasciati certificati relativamente alla carriera scolastica precedentemente percorsa. Tali certificati devono essere integrati da un'opportuna annotazione attestante che tutta la carriera scolastica percorsa è priva di efficacia per effetto della rinuncia stessa.

Gli studenti che non intendessero rinunciare e dichiarassero di volere semplicemente proseguire gli studi presso Università estere potranno ottenere la restituzione del titolo originale di studi, se consegnato, previo il pagamento di eventuali tasse scolastiche arretrate; lo studente, in tal caso, è comunque sottoposto al termine della decadenza se non si presenta a regolarizzare la propria iscrizione.

La dichiarazione di rinuncia agli studi comporta l'annullamento della carriera scolastica precedentemente percorsa.

Decorso almeno un anno solare dalla rinuncia, lo studente, previo pagamento di un contributo di euro 200,00, può chiedere il riconoscimento della carriera pregressa, pur avendo rinunciato,  presentando all'Ufficio carriera   del corso di studi al quale vuole iscriversi apposita domanda. Lo studente provvederà poi alla regolarizzazione della propria iscrizione.

 

Riferimenti normativi: art. 34 Regolamento studenti