Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Decadenza e/o obsolescenza

Decadenza

Salvo quanto previsto dai Regolamenti didattici dei corsi di studio di area sanitaria, colo che che non superino esami di profitto per otto anni accademici consecutivi vengono dichiarato decaduti .

Il termine di decadenza non si applica nei confronti di chi sia in debito del solo esame finale di laurea, (prova finale)
A coloro che siano incorsi nella decadenza potranno essere rilasciati certificati relativamente alla carriera scolastica precedentemente percorsa.
E' data la possibilità di far rivivere la propria carriera, previo versamento di un contributo di € 216,00 e domanda al Rettore entro le scadenze previste per le iscrizioni, anche contattando il servizio SOS

E' ammessa la riattivazione della carriera sullo stesso corso di studio, purché siano regolarmente attivati gli insegnamenti previsti per l’anno accademico di ammissione. Casi particolari saranno valutati dalla struttura didattica competente.

I giudizi di idoneità,esclusi quelli relativi all'assolvimento del debito formativo e l'interruzione per infermità gravi e prolungate interrompono i termini di decadenza. I passaggi di corso di laurea e di ordinamento, i trasferimenti e i riconoscimenti non sono utili per bloccare la decadenza.

Coloro che  che dopo la decadenza, abbiano continuato a pagare le tasse, hanno diritto al rimborso a partire dall'anno accademico successivo a quello in cui sono decaduti.

Le studentesse e gli studenti decaduti che chiedono di far rivivere la propria carriera universitaria su un corso di studio ad accesso programmato/chiuso nazionale devono superare l’esame di ammissione. Per iscriversi ai corsi ad accesso programmato locale, le studentesse e gli studenti decaduti devono rispettare i requisiti previsti dagli specifici bandi o regolamenti di ammissione ad anni successivi al primo

Riferimenti normativi: art.35 Regolamento studenti (in aggiornamento)

 

FAQ (in aggiornamento)