Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Controlli attestazione ISEE

Previsioni normative in tema di diritto allo studio universitario

L’Università degli Studi di Ferrara eroga servizi e interventi previa verifica delle condizioni economiche degli studenti (fasce di contribuzione ridotta, collaborazioni a tempo parziale, etc.). A tal fine gli studenti presentano domanda autocertificando le condizioni economiche.

La valutazione delle condizioni economiche avviene secondo i criteri di cui al D. Lgs 31 marzo 1998, n. 109 e successive modifiche e integrazioni, pertanto, l’ISEE viene rilevata con le specificazioni di cui alla normativa vigente in materia di diritto allo studio universitario.

La disciplina normativa in materia di ISEE è stata revisionata con l’emanazione del D.P.C.M. 3 dicembre 2013, n. 159, con il quale il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo “Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE)”.

 

Modalità di controllo delle autocertificazioni

Università di Ferrara ed ER.GO (Azienda regionale dell’Emilia Romagna per il diritto agli studi superiori) concordano che controllare le autocertificazioni delle condizioni economiche significa assicurarsi che i benefici vadano effettivamente a chi ne ha diritto e ciò costituisce non solo l’assolvimento di un adempimento normativo ma un “obbligo sociale”, data l’esiguità delle risorse in campo, soprattutto nella particolare congiuntura economica attuale.

Pertanto l’Università di Ferrara ha sottoscritto, in data 30 gennaio 2015, una convenzione con ER.GO al fine di dare applicazione all’art. 10 del D. Lgs. 29 marzo 2012, n. 68, e provvedere al controllo della veridicità delle dichiarazioni prodotte dagli studenti svolgendo le verifiche necessarie, avvalendosi della normativa vigente.

Il controllo viene effettuato su nominativi selezionati in base ad un campione casuale, estrapolato tramite un algoritmo implementato nel  sistema gestionale  delle carriere degli studenti che l’Università di Ferrara adotta, - con l’unico filtro impostato relativo a coloro che hanno caricato in carriera un esonero, totale o parziale, in quanto idonei alla borsa di studio regionale. Infatti  in tal caso gli studenti in parola sono già sottoposti al medesimo controllo da parte di ER.GO.

Attualmente si sta dando corso ai controlli relativi ai benefici universitari assegnati negli anni accademici 2010/2011, 2011/2012, 2012/2013, 2013/2014. Per ogni anno accademico sono stati selezionati 200 nominativi.

ER.GO contatterà pertanto gli studenti interessati ai controlli al fine di richiedere la documentazione necessaria.

Si ricorda che le dichiarazioni mendaci sono denunciate alla competente autorità giudiziaria.

 

Sanzioni

Ai sensi dell’art. 10 comma 3 del D. Lgs. 29 marzo 2012, n. 68 “Chiunque, senza trovarsi nelle condizioni stabilite dalle disposizioni statali e regionali, presenti dichiarazioni non veritiere, proprie o dei membri del nucleo familiare, al fine di fruire dei relativi interventi, è soggetto ad una sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma di importo triplo rispetto a quella percepita, o al valore dei servizi indebitamente fruiti, e perde il diritto ad ottenere altre erogazioni per la durata del corso degli studi, fatta salva in ogni caso l'applicazione delle sanzioni di cui all'articolo 38, comma 3, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, nonchè delle norme penali per i fatti costituenti reato.”