Il Corso di Studio in breve

Il corso di studio in breve.

Il corso di laurea in Tecnologie agrarie e Acquacoltura del Delta ha l'obiettivo di preparare laureati con una formazione fortemente interdisciplinare e con l'impiego di metodologie innovative, mediante lo studio dei sistemi agricoli e acquacolturali,svolto in un'ottica di sostenibilità economica e ambientale, di tutela del territorio e conciliando economia ed etica nella produzione complessiva.Le conoscenze e le capacità applicative sono conseguite attraverso la partecipazione a lezioni frontali, alle esercitazioni, ai seminari previsti dalle attività formative somministrate durante il corso.

La struttura del Corso poggia su 5 diverse macroaree di apprendimento:

I) CONOSCENZE PROPEDEUTICHE DI BASE;

II) CONOSCENZE PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO;

III) CONOSCENZE PER LE PRODUZIONI E LA SOSTENIBILITÀ;

IV) CONOSCENZE PER LA DIFESA DEGLI AGROECOSISTEMI, TERRESTRI ED ACQUATICI;

V) CONOSCENZE PER LE COMPETENZE GIURIDICHE, ECONOMICHE, TECNOLOGICHE E GESTIONALI IN AGRICOLTURA.

Il corso si articola su 139 crediti di attività didattica quali lezioni frontali ed esercitazioni, divisi in attività propedeutiche di base come la Fisica, la Matematica e Informatica, i corsi di Chimica e di Biologia vegetale; attività per l'ambiente e il territorio; corsi per le produzioni e la sostenibilità ambientale con particolare rilievo all'Agricoltura di precisione, per la difesa degli agroecosistemi terrestri ed acquatici, ed infine insegnamenti che vadano ad approfondire le competenze giuridiche,economiche, tecnologiche e gestionali in agricoltura.

Come attività affini sono attivati insegnamenti nel settori delle agrotecnologie, dell'acquacoltura, e dell'analisi del territorio. Ai crediti descritti precedentemente si aggiungono 18 CFU a scelta libera, che lo studente andrà a selezionare, tra un ampia offerta di materie opzionali, per poter progettare il proprio percorso formativo con una impronta più specificatamente agronomica o acquacolturale. Quattordici sono infatti i corsi a scelta libera che verranno erogati: 4 su specifiche tematiche agronomiche, 4 di tipo acquacolturale e 6 corsi a tema più generale. Sono previsti inoltre 6 CFU di lingua inglese, 13 CFU di attività di tirocinio e 4 crediti di prova finale, per un totale di180 CFU complessivi.

Particolare attenzione viene posta alle caratteristiche di innovazione che vedono il settore dell'agricoltura/acquacoltura in un attivo e rapido sviluppo che richiede un continuo ed efficiente aggiornamento, che tenga il passo con l'incalzante incremento delle conoscenze scientifiche e delle loro applicazioni tecnologiche alla moderna Agricoltura 4.0, quali l'agricoltura di precisione, il geo-mapping, i sensori e il telerilevamento.

La prova finale consiste nella discussione di un elaborato scritto, redatto dallo studente, di preferenza sull'esperienza pratica-operativa acquisita conl'attività di tirocinio. L'elaborato finale potrà avere anche carattere compilativo.Gli sbocchi occupazionali riguarderanno produzioni agrarie/acquacolturali, difesa fitosanitaria, progettazione semplice e gestione di filiere agricole ecosostenibili¸ gestione di sistemi di monitoraggio, telerilevamento, sensoristica e agricoltura di precisione; servizi pubblici e privati destinati all'agricoltura, al comparto agrario e ai settori ad essi collegati; gestione economico-aziendale nel settore agrario e delle aree protette, in particolare quelle del Delta.

Il laureato potrà quindi inserirsi in contesti professionali quali: aziende agricole e acquacolturali, aziende di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, industrie di produzione di prodotti per l'agricoltura, servizi di assistenza tecnica, enti locali e gestori pubblici e privati del territorio rurale e delle aree verdi, studi professionali, ricerca e insegnamento.

Il laureato triennale può operare come libero professionista superando l'Esame di Stato e iscrivendosi all'Albo Professionale dei Dottori Agronomi e Forestali (D.P.R328/2001) come Agronomo Junior. Il laureato è, inoltre, in possesso delle basi formative e delle competenze necessarie per l'accesso ai master e alle lauree magistrali dell'area culturale di pertinenza.

Il corso è ad accesso libero. Per l'accesso, è richiesta una buona conoscenza delle discipline scientifiche di base 12/02/2020(matematica, fisica, chimica, biologia), con un grado di approfondimento pari a quello derivante dalla preparazione della Scuola Media Superiore, nonché abilità logiche e una buona capacità di elaborazione scritta e di esposizione orale in lingua italiana.