Il corso di studio in breve

Il Corso di laurea magistrale in Scienze geologiche, georisorse e territorio si prefigge di fornire allo studente le conoscenze scientifiche e metodologico-applicative per poter operare con i metodi più moderni e le tecnologie più avanzate proprie delle Scienze delle Terra per raccogliere, gestire, analizzare ed elaborare le informazioni inerenti i processi geologici per la valutazione, il monitoraggio e la mitigazione della pericolosità e del rischio connesso a fenomeni endogeni ed esogeni e a quelli indotti dai cambiamenti climatici, per la quantificazione e gestione sostenibile delle risorse naturali e delle materie prime e per il recupero della qualità ambientale delle aree degradate. Il Corso fornisce le competenze per elaborare soluzioni e sviluppare strategie nei diversi ambiti occupazionali della Geologia compresi quelli che riguardano la valorizzazione delle georisorse, la pianificazione geologico-territoriale, la progettazione, la caratterizzazione e conservazione di sistemi e materiali geologici, la gestione delle emergenze geologiche ed ambientali di origine naturale ed antropica. 

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Geologiche, Georisorse e Territorio non prevede il numero programmato. Per l'accesso è richiesto il possesso di un titolo di laurea triennale nella classe 16 (Scienze Geologiche) relativa al DM 509/1999 oppure nella classe L-34 (Scienze Geologiche) relativa al DM270/2004 oppure, per lo studente che non provenga da queste due classi, il possesso di requisiti curriculari relativi ad un numero minimo di crediti formativi (cfu) acquisiti in specifici gruppi di settori scientifico-disciplinari. Sono richieste inoltre conoscenze fondamentali ed approfondite, rispettivamente nelle discipline di base e caratterizzanti dei vari settori delle Scienze della Terra, la cui sussistenza sarà verificata da una apposita commissione. 

Il Corso si articola attraverso una mirata attività formativa teorica, di laboratorio e di campagna, in cui lo studente acquisisce la capacità di analizzare criticamente i processi geologici e ambientali e fornire risposte alle emergenze naturali ed antropiche di competenza della Geologia.
La Laurea Magistrale si ottiene dopo aver conseguito 120 crediti formativi (cfu) così suddivisi: 72 cfu da 12 corsi caratterizzanti, affini o opzionali (scelti in base al percorso formativo seguito), 9 cfu da ulteriori attività formative utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (tirocini presso aziende private o pubbliche, attività all'estero, attività di campagna) e 39 cfu dalla prova finale (tesi) di cui 30 destinati all'attività preparatoria e 9 alla discussione della dissertazione. 
Dai risultati dell'ultima (2017, dati aggiornati ad aprile 2018) Indagine Profilo Laureati AlmaLaurea risulta un livello di soddisfazione complessivo per la Laurea in Scienze Geologiche, Georisorse e Territorio (LM-74) a UniFe pari al 89.5% che si confronta molto con la media complessiva di tutti i corsi di studio LM di Ateneo 93,5%. 
Per valorizzare l'ampiezza e varietà degli aspetti e sbocchi professionali nelle Scienze della Terra, il Corso propone tre percorsi formativi articolati attraverso attività formative teoriche, di laboratorio e di campagna. Lo studente può altresì progettare il piano di studi in modo flessibile allo scopo di ampliare la propria preparazione e le proprie capacità per il futuro inserimento nel mercato del lavoro.

1) Geologia, Paleontologia e Risorse del sottosuolo
. I laureati acquisiscono conoscenze e competenze per operare nell'Industria Petrolifera, negli enti pubblici preposti alla Cartografia Geologica, per la microzonazione sismica, per la pianificazione territoriale e nei musei naturalistici. Il percorso prepara alle professioni di Geologo del Petrolio e di Conservatore di collezioni geologiche e paleontologiche di Musei Naturalistici.

2) Geologia dei Sistemi Fluviali, Costieri e Rischio idrogeologico. I laureati acquisiscono conoscenze e competenze per operare nella pianificazione del territorio in relazione alla prevenzione e alla mitigazione dai rischi di esondazione fluviale e marina, frane ed erosione costiera. Sviluppano inoltre competenze volte al recupero di siti contaminati, alla valutazione di impatto ambientale e a fornire consulenze tecniche applicate all'Ingegneria. Il percorso prepara alle professioni di Geomorfologo applicato, Geologo applicato e Idrogeologo. In questo percorso è offerta la possibilità agli studenti magistrali di accedere, previa selezione, ad una Laurea Magistrale a Doppio Titolo con l'Università di Cadice, ottenendo così due titoli di studio distinti, uno italiano e uno spagnolo. Il primo anno si svolge in Spagna con possibilità di sostegno finanziario da parte dell'Ateneo, il secondo a Ferrara.

3) Mineralogia, Petrografia e loro applicazioni per l'Industria, l'Ambiente ed i Beni culturali. Il percorso fornisce competenze per operare nei laboratori di analisi e certificazione dei materiali geologici e loro analoghi di sintesi, nell'industria della ceramica, dei cementi e reperimento delle georisorse minerarie, nel settore della tracciabilità agro-alimentare. Fornisce inoltre competenze per affrontare emergenze ambientali derivanti dall'inquinamento dell'acqua, dell'aria e del suolo, gestione delle discariche, valutazione del rischio vulcanico, valutazione del degrado e protezione dei beni culturali. Il percorso prepara alle professioni di Tecnologo dei geomateriali e Tecnologo del degrado e conservazione dell'Ambiente e dei Beni culturali. 

I tre percorsi formativi includono tematiche di ricerca di base per la comprensione dei processi evolutivi del sistema Terra anche in relazione ai cambiamenti climatici e forniscono allo studente gli strumenti per accedere al percorso di alta formazione dottorale tra cui il Corso di Dottorato di Ricerca di Scienze della Terra del Mare (EMAS) attivo a UniFe sulla base di una convenzione internazionale tra Università di Ferrara e Università di Cadice (Spagna). 

E' anche possibile svolgere una parte dei propri studi, tipicamente un semestre, all'estero presso Università che aderiscono a programmi di mobilità (Erasmus+, Atlante).
Oltre ai profili professionali specifici per i tre indirizzi, tutti i laureati magistrali possono iscriversi all'Ordine dei Geologi per l'esercizio della libera professione dopo aver superato l'Esame di Stato. Il Geologo è una figura professionale fondamentale in tutti gli studi, ricerche ed applicazioni riguardanti la gestione del territorio anche in relazione al sottosuolo, la previsione, il monitoraggio, la prevenzione, mitigazione e riduzione dei rischi geologico-ambientali e la prospezione, sfruttamento e gestione sostenibile delle geo-risorse, rinnovabili e non, il recupero della qualità ambientale delle aree degradate. Il laureato può trovare uno sbocco occupazionale in numerosi ambiti pubblici e privati, nell'insegnamento e nella ricerca.

Le statistiche occupazionali più recenti di AlmaLaurea (dati aggiornati ad aprile 2018) indicano per i laureati magistrali in Scienze Geologiche, Georisorse e Territorio (LM-74) di UniFe un tasso di occupazione ISTAT(*) a 1 anno dal titolo pari al 52,2 % (la media di tutti i laureati magistrali di Ateneo è pari al 73.5%, a scala nazionale per i corsi di laurea della classe LM-74 la media è 57.3%) e a 3 anni lavora il 66.7%(ateneo a 83,4%) per raggiungere il 100% degli intervistati al 5 anni dalla laurea (media di ateneo 87,8%). *[sono considerati occupati tutti coloro che dichiarano di svolgere una qualsiasi attività, anche di formazione o non in regola, purché retribuita]