Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Primo Piano / 2018 / giugno / Dagli studi al lavoro: laureate e laureati a Unife soddisfatti del proprio percorso

Dagli studi al lavoro: laureate e laureati a Unife soddisfatti del proprio percorso

Il Consorzio Interuniversitario Almalaurea ha presentato il XX Rapporto sul Profilo e sulla condizione occupazionale dei laureati.

L’Università di Ferrara anche quest’anno si conferma un Ateneo attento ai bisogni di studentesse e studenti, in grado di fornire tutti gli strumenti per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro.

 

Il profilo dei laureati

L’analisi del profilo delle laureate e dei laureati 2017 è stata condotta su 2971 ex-studentesse ed ex-studenti di Unife (1.570 di primo livello, 648 magistrali biennali, 739 a ciclo unico, i restanti sono laureati in corsi pre-riforma). Di questi, il 53,5% viene da fuori regione e il 4% ha cittadinanza estera.

Secondo il rapporto, 89,9 laureate/i su 100 sono complessivamente soddisfatte/i dell’esperienza universitaria, rispettivamente l’87,6% dei laureati valuta positivamente il rapporto con i docenti, l’82,7% ritiene il carico di studio adeguato alla durata del corso, mentre l’83,7% dei laureati considera adeguate le aule destinate alla didattica.

Il 53,9% di chi si laurea termina l’università in corso, contro il 51,1% della media nazionale: in particolare il 58,9% tra i triennali, con una media nazionale del 50,8% e il 64,7% tra i magistrali biennali, una percentuale più alta rispetto al 58,6% del dato nazionale.

Per quanto riguarda le esperienze svolte nel corso di studi, Unife eccelle nel panorama nazionale: il 74,4% dei laureati ha svolto tirocini riconosciuti dal proprio corso di studi (l’82% tra i laureati di primo livello, contro il 60,3% nazionale e l’83,9% tra i magistrali biennali, mentre la media nazionale è del 60%).

 

Condizione occupazionale

L’attenzione di Unife verso strumenti che favoriscano l’inserimento nel mondo del lavoro emerge anche nell’indagine parallela condotta da AlmaLaurea, quella sulla condizione occupazionale dei laureati.

L’analisi ha considerato complessivamente 5130 ex-studenti di Unife, laureatisi alla triennale o alla magistrale biennale nel 2016 o alla magistrale biennale nel 2012.

A 1 anno dal titolo, il tasso di occupazione è del 78,1% per i laureati triennali (con un aumento di 6 punti rispetto allo scorso anno) e del 77,8% per i magistrali biennali (le medie nazionali sono rispettivamente del 71,1% e del 73,9%).

Superiori rispetto al panorama nazionale anche il tasso di occupazione dei magistrali biennali a 5 anni dal titolo (90,6%, rispetto all’87,3% nazionale, di cui il 55,4% a tempo indeterminato).

Ma quanti fanno effettivamente quello per cui hanno studiato? Rispettivamente a 1 anno dal titolo il 66% dei laureati triennali (5 punti in più rispetto allo scorso anno), mentre la media nazionale è del 52,8%, il 48,4% dei laureati magistrali biennali (stessa percentuale dei dati nazionali) e il 55,2% dei laureati magistrali biennali a 5 anni dal titolo (contro il dato nazionale del 53,6%), considerano la laurea conseguita molto efficace o efficace per il lavoro che svolgono.

 

“Questi dati confermano – sottolineano in Rettorato - una eccellente performance delle laureate e laureati del nostro Ateneo riguardo all’nserimento nel mondo del lavoro: il tasso di occupazione a uno e tre anni dalla laurea è decisamente più alto della media nazionale. L’indagine ha fotografato i punti di forza della nostra offerta formativa, tra cui l’ottima preparazione del corpo docente e la grande attenzione nei confronti delle esperienze di tirocinio . Ciò dimostra ancora una volta che per un giovane vale la pena investire in un percorso di studi universitario e che è sempre più urgente riportare al centro del dibattito pubblico italiano il valore della formazione universitaria, della ricerca e dell’innovazione per il bene di tutto il Paese”.