Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Primo Piano / 2018 / febbraio / Nasce a Unife il primo Centro dedicato

Nasce a Unife il primo Centro dedicato

Una delle nuove frontiere della medicina consiste nel personalizzare nel modo più efficace ed appropriato la cura. Le evidenze scientifiche portano a sottolineare quanto il percorso di diagnosi e cura debba tenere conto delle differenze tra uomo e donna non solo sotto l'aspetto anatomo-fisiologico, ma anche sotto gli aspetti biologico-funzionali, psicologici, sociali, culturali, di stili di vita. Una formula che si riassume nella definizione di Medicina di Genere. Applicare questo, che non si presenta come disciplina medica aggiuntiva a quelle già esistenti, ma nuovo orientamento dell’intera medicina, richiede attenzione a molti ambiti di interesse, primo fra tutti, la formazione.

Proprio per questo all'Università di Ferrara è nato il Centro Studi sulla Medicina di Genere, il primo in ambito universitario italiano con un duplice scopo:

  • promuovere la ricerca scientifica basata sulle differenze di sesso e di genere, attraverso la collaborazione tra singoli ricercatori, gruppi di ricerca e Università nazionali e internazionali
  • predisporre dispositivi di insegnamento della Medicina di Genere per garantire adeguati livelli di formazione e di aggiornamento del personale medico e delle professioni sanitarie, in formazione e già attivo, anche con l’uso delle nuove tecnologie.

La presentazione del Centro, la cui istituzione è il frutto del lavoro di molte persone, in primis Roberto Manfredini, Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche e Fulvia Signani del Dipartimento di Studi Umanistici è avvenuta in Rettorato  alla presenza del Rettore Giorgio Zauli, di  Tiziana Bellini, Prorettrice delegata alla Didattica e Coordinatrice del Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia, di Alessandra Carè,  Direttore FF del Centro Nazionale di Riferimento per la Medicina di Genere, Istituto Superiore di Sanità e di Michele Rubbini, neo Direttore eletto.

“Il MIUR ha già disposto un importante finanziamento al Centro – ha affermato il Rettore. Un particolare ringraziamento  alla Ministra Fedeli che ha creduto sin dall'inizio al progetto”.

Il sito web del Centro