Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Primo Piano / 2017 / maggio / Didattica, ricerca scientifica e servizi promossi a pieni voti da ANVUR

Didattica, ricerca scientifica e servizi promossi a pieni voti da ANVUR

L’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR), responsabile per conto del MIUR del processo di accreditamento dei Corsi di Studio e delle Sedi universitarie, ha promosso a pieni voti l’Ateneo di Ferrara, riconoscendone “la qualità della didattica, della ricerca scientifica e dei servizi offerti agli studenti”.

Al momento, dei sedici atenei già esaminati dall’ANVUR, solo sei hanno superato l’esame a pieni voti.

NON uno dei 185 indicatori utilizzati per fotografare la situazione di UNIFE ha ricevuto una “condizione” (ossia una valutazione negativa) da parte della Commissione di Esperti Valutatori, in visita presso l’Ateneo dal 7 all’11 novembre 2016 (è bene rammentare che votazioni insufficienti da parte dell’ANVUR possono tradursi, nei casi più gravi, nella soppressione di un Corso di Studio –come successo in altre Università– o persino nella stessa chiusura dell’Ateneo).

Nella valutazione della “macchina” e della governance di UNIFE, per il 92,7% degli indicatori il giudizio è stato soddisfacente, con l’indicazione di una best-practice a livello nazionale, e per il restante 7,2% sono state formulate solo “raccomandazioni” che non inficiano la solidità complessiva del sistema interno di Assicurazione della Qualità. Sono inoltre stati accreditati tutti i Corsi di Studio ferraresi selezionati per l’esame a campione: Architettura, Economia, Farmacia, Informatica, Ingegneria elettronica e informatica, Lingue e letterature straniere, Medicina e chirurgia, Scienze biologiche e Scienze e tecnologie della comunicazione.

La valutazione non si è limitata all’Assicurazione della Qualità della didattica e ai Corsi di Studio, ma ha riguardato anche la ricerca. I due Dipartimenti sotto la lente dell’ANVUR hanno fornito una prova lusinghiera: per Ingegneria è stata confermata “la buona impostazione gestionale in tema di Assicurazione della Qualità della ricerca, come già attestato dagli esiti disponibili dell’ultima VQR [ndr: Valutazione Qualità della Ricerca anni 2004-2010] che hanno messo in evidenza ottimi risultati a livello regionale e nazionale”, mentre per Studi Umanistici è stato sottolineato il valore di una ricerca caratterizzata da “innovatività e internazionalizzazione, ma anche da un produttivo legame con il territorio e le realtà locali”.

In definitiva, sono molteplici i punti di forza di UNIFE che emergono dalla relazione finale dell’ANVUR: dalle chiare linee strategiche definite dagli organi di governo nell’ambito del Piano Strategico 2016-2017/2019 all’eccellente attività che hanno svolto i principali organismi incaricati di gestire l’Assicurazione della Qualità, e cioè il Presidio della Qualità, il Nucleo di Valutazione e il Consiglio della Ricerca. Sul fronte della didattica è stata poi elogiata la buona capacità di attrarre studenti da altre provincie e regioni, oltre alla presenza di una rete coordinata di Manager Didattici, operante sui Corsi di Studio, “in grado di controllare in maniera eccellente i processi di Assicurazione della Qualità e disseminare la cultura per la qualità tra i vari soggetti coinvolti”. Infine, ed è questo forse l’elemento più gratificante, è stato lodato il “forte senso di appartenenza di tutte le componenti incontrate sia a livello centrale che di singoli CdS”. A dimostrazione del fatto che questo successo appartiene all’intera comunità di UNIFE: corpo docente, personale tecnico-amministrativo e componente studentesca.