Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Primo Piano / 2017 / giugno / Soddisfazione per gli studi e tassi di occupazione sopra la media. Il profilo di chi si laurea a UniFE

Soddisfazione per gli studi e tassi di occupazione sopra la media. Il profilo di chi si laurea a UniFE

Un’università attenta ai bisogni di studentesse e studenti ed efficace nel fornire strumenti che facilitino l’inserimento occupazionale dei laureati: è questo il quadro che emerge per UniFE dal XIX Rapporto sul Profilo e sulla Condizione occupazionale dei laureati italiani di AlmaLaurea.

Il profilo dei laureati

L’analisi del profilo dei laureati 2016 è stata condotta su 2860 ex-studenti di UniFE (1.541 di primo livello, 559 magistrali biennali, 740 a ciclo unico e 20 pre-riforma). Di questi, il 53% viene da fuori regione e il 3,6% ha cittadinanza estera.

Secondo il rapporto, 90 laureati su 100 sono complessivamente soddisfatti del proprio percorso di studi (contro la media nazionale dell’87,6%); rispettivamente l’87% e l’84% dei laureati valuta positivamente il rapporto con i docenti e l’adeguatezza delle aule destinate alla didattica. Il numero di laureati in corso è superiore alla media nazionale per tutti i livelli di preparazione universitaria.

 

“Del resto, la qualità complessiva della didattica e dei servizi offerti agli studenti all’interno del nostro Ateneo è stata certificata dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) - aggiunge Paolo Tanganelli, Delegato del Rettore per la Didattica -  che ha infatti collocato UniFE nel manipolo di università con il punteggio più alto finora assegnato: ‘pienamente soddisfacente’. Siamo orgogliosi di essere il primo Ateneo dell’Emilia Romagna a tagliare questo traguardo, che testimonia l’impegno profuso nel seguire i nostri studenti durante l’intero percorso formativo”.

Ma è soprattutto quando si considerano le esperienze svolte nel corso di studi che UniFE eccelle nel panorama nazionale. Nel 2016 il 72% dei laureati ha svolto tirocini riconosciuti dal proprio corso di studi (il 79% tra i laureati di primo livello e l’85% tra i magistrali biennali), una percentuale molto più alta rispetto alla media nazionale

 

Condizione occupazionale

L’attenzione di UniFE verso strumenti che favoriscano l’inserimento nel mondo del lavoro emerge anche nell’indagine parallela condotta da AlmaLaurea, quella sulla condizione occupazionale dei laureati.

L’analisi ha considerato complessivamente 5327 ex-studenti di UniFE, laureatisi alla triennale o alla magistrale biennale nel 2015 o alla magistrale biennale nel 2011.

A 1 anno dal titolo, il tasso di occupazione è del 72% per i laureati triennali e del 78% per i magistrali biennali (le medie nazionali sono del 68% e del 71% rispettivamente).

Superiori rispetto al panorama nazionale anche il tasso di occupazione dei magistrali biennali (l’89%, di cui il 56% a tempo indeterminato, rispetto all’84%) e la loro retribuzione media mensile netta (1430 euro rispetto a 1405 euro) a 5 anni dal titolo.

Ma quanti fanno effettivamente quello per cui hanno studiato? Rispettivamente il 61% dei laureati triennali, il 54% dei laureati magistrali biennali a 1 anno dal titolo e il 58% dei laureati magistrali biennali a 5 anni dal titolo considerano la laurea conseguita molto efficace o efficace per il lavoro che svolgono. Anche in questo caso i risultati ottenuti da UniFE sono circa di 5 punti percentuali superiori alla media nazionale.


"Questi risultati sono il frutto di un impegno crescente, da parte di Unife, in termini di azioni finalizzate a facilitare la transizione degli studenti verso il lavoro - commenta Giovanni Masino, Delegato rettorale per l'Orientamento in uscita -. Al già ampio repertorio di iniziative, tra cui i Percorsi di Inserimento Lavorativo (PIL) e il ciclo di seminari aziendali, quest'anno si è aggiunto il primo "Career Day" esteso a tutti i corsi di laurea dell'Ateneo, che ha visto la partecipazione di 36 aziende, da grandi multinazionali a imprese del territorio, e circa 800 tra studenti e laureati Unife. L'approccio utilizzato è il medesimo che caratterizza tutte le politiche dell'Ateneo sul placement: personalizzazione e dunque attenzione alle esigenze specifiche di ogni studente, concretezza delle opportunità lavorative, focus sul dialogo e ascolto reciproco tra studenti e imprese, apertura ed esplorazione di opportunità di carriera non convenzionali. L'impegno sul placement è ormai una caratteristica specifica e distintiva del nostro Ateneo, che rassicura le famiglie e gli studenti sul fatto che studiare a Unife non è una scelta fine a se stessa, ma la prima tappa di un percorso professionale e di vita di cui l'Ateneo si fa carico anche dopo la laurea".