Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2019 / novembre / CityCare | A Unife si studia come proteggere la pelle dall’inquinamento

CityCare | A Unife si studia come proteggere la pelle dall’inquinamento

CityCare | A Unife si studia come proteggere la pelle dall’inquinamento

Roxane Prieux

L’inquinamento atmosferico ha effetti devastanti sulla salute umana e l’esposizione nel lungo periodo può portare a sviluppare o esacerbare patologie della pelle come eczemi, psoriasi e tumori cutanei.

 

Il progetto CityCare, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions del programma Horizon 2020, ha l’obiettivo di studiare gli effetti sulla pelle di diverse classi di agenti inquinanti per sviluppare nuove soluzioni protettive cosmetiche.

 

L’Università di Ferrara è stata selezionata per partecipare al progetto come centro d’eccellenza per la biologia cellulare della pelle, in collaborazione con Dow Silicones, azienda belga leader nel settore della chimica dei polimeri e l’Adolphe Merkle Institute, in Svizzera, noto per l’attività di ricerca sui nanomateriali.

 

“L'obiettivo del progetto è comprendere l'effetto di tre agenti inquinanti sulla pelle: fumo di sigaretta, ozono e particelle diesel. Per fare ciò abbiamo sviluppato un'epidermide ricostruita come modello biologico per esperimenti di esposizione.” Spiega Roxane Prieux, dottoranda del Dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico specialistiche di Unife.

 

Roxane, laureata in ingegneria chimica all’Università di Lione con una specializzazione in chimica della formulazione, è tra le tre giovani ricercatrici ad aver vinto la borsa Marie Curie per partecipare al progetto CityCare. Con la supervisione del prof. Giuseppe Valacchi della Sezione di Fisiologia del Dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico specialistiche, Roxane sta studiando in particolare l’effetto del fumo di sigaretta sulla pelle.

 

Per saperne di più: