Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2019 / Giugno / Un tuffo nella preistoria d’Italia | Aprono gli scavi archeologici di Unife

Un tuffo nella preistoria d’Italia | Aprono gli scavi archeologici di Unife

Archeologhe e archeologi Unife al lavoro negli scavi in alcuni dei luoghi in cui si trovano le più ricche testimonianze di uomini e donne della preistoria in Italia.

È iniziato i primi di giugno con i Laboratori di scavo a Grotta Ciota Ciara sul Monfenera (NO) e a Grotta L’Andro sull’Altopiano del Cansiglio (BL), il ciclo di ricerche paleoantropologiche e archeologiche della Sezione di Scienze Preistoriche e Antropologiche del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara.

 

Impegnati nelle campagne di scavo, che si svolgeranno da giugno a ottobre, saranno le ricercatrici e i ricercatori del nostro Ateneo incaricati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, MiBAC: i Prof. Carlo Peretto, Marta Arzarello, Federica Fontana, Marco Peresani, Ursula Thun Hohenstein e gli assegnisti Julie Arnaud, Davide Visentin e Matteo Romandini.

Gli scavi interessano alcuni dei maggiori siti preistorici d’Europa: Pirro Nord (FG), Isernia La Pineta (IS), Grotta di Fumane (VR), Grotta di Pian de l’Andro (BL), Grotta della Ciota Ciara (VC), Riparo del Broion (VI), Casera Staulanza (BL) e sulle Sorgenti del Sile (TV).

 

Veri e propri archivi archeologici, le cui ricche testimonianze conservate nei depositi rappresentano un eccezionale documento del primo popolamento della penisola italiana, delle frequentazioni dell’Uomo di Neandertal, dei primi Sapiens e dei primi abitanti delle Alpi dopo l’ultima era glaciale.

Questi archivi sono fondamentali per studiare il modo di vita, l’economia e la tecnologia dei rappresentanti di un’umanità del passato che frequentarono l’Italia per centinaia di migliaia di anni, ma anche per comprendere i meccanismi che hanno portato attorno a 40.000 anni fa all’affermazione degli Uomini moderni in Europa. Alcuni di questi siti sono accessibili a visitatrici e visitatori attraverso suggestivi percorsi che permettono di esaminare le sezioni stratigrafiche e di riconoscere le tracce degli abitati paleolitici.

 

Un’esperienza, quella degli scavi, molto importante anche per laureande/i, studentesse e studenti che lavorano sul campo utilizzando le attrezzature e gli strumenti scientifici idonei per le ricerche archeologiche.

I Laboratori svolgono la propria attività anche in sinergia con istituzioni, musei, parchi archeologici e associazioni locali per sostenere e diffondere le scoperte e gli studi effettuati anche attraverso eventi culturali organizzati ad hoc.

 

Per informazioni, contatti e visite:

Sezione di Scienze preistoriche e antropologiche

Grotta di Fumane

Grotta Ciota Ciara

Isernia la Pineta