Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2018 / settembre / San Rocco e la peste | Le scoperte del progetto 'MedPlag' in mostra a Palazzo Turchi di Bagno

San Rocco e la peste | Le scoperte del progetto 'MedPlag' in mostra a Palazzo Turchi di Bagno

San Rocco e la Peste. La scienza dietro la storia. Questo l’interessante tema della mostra ‘St. Roch and the Plague. A natural history’, che si tiene dal 12 al 28 settembre a Palazzo Turchi di Bagno, (c.so Ercole I D’Este, 32), promossa dal Sistema Museale di Ateneo e curata dalla Prof.ssa Barbara Bramanti del Dipartimento di Scienze Biomediche e Chirurgico Specialistiche di Unife.

L’esposizione è organizzata nell’ambito del progetto di ricerca internazionale MedPlag (Università di Oslo, Università di Ferrara), il cui obiettivo è approfondire le dinamiche di diffusione del morbo della peste nel corso dei secoli.

Scopo principale dell’esposizione è infatti la divulgazione scientifica delle scoperte relative alla peste maturate nel corso di MedPlag (eziologia, dinamiche di trasmissione e diffusione nel corso dei secoli in Europa), prendendo spunto da episodi della vita di S. Rocco, figura storicamente legata alle grandi epidemie di peste.

La mostra è articolata in pannelli che evidenziano aspetti della vita del Santo e i relativi approfondimenti scientifici sulla peste, le cui fonti primarie di riferimento sono direttamente accessibili attraverso dei QR code. Il percorso è corredato inoltre da alcuni volumi antichi sul tema delle epidemie, sulle cure e medicamenti provenienti dalla Biblioteca Comunale Ariostea, selezionati dalla Prof.ssa Chiara Beatrice Vicentini del Dipartimento di Scienze della vita e Biotecnologie di Unife in collaborazione con la Dott.ssa Mirna Bonazza.

Il percorso è arricchito da immagini dei reperti scheletrici provenienti dal Lazzaretto dell’Osservanza di Imola e custoditi presso il laboratorio di Archeo-Antropologia dell’Università di Ferrara e da fotografie del Registro delle persone entrate nel Lazzaretto dell'Osservanza per la pestilenza dell'anno 1632 appositamente messe a disposizione dalla Biblioteca di Imola.

 

La mostra, a ingresso libero, è visitabile dal lunedì al giovedì dalle ore 10 alle ore 18, il venerdì dalle ore 10 alle ore 17, la domenica dalle ore 10 alle ore 18

 

 

Locandina