Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Quando il golf è salute

Quando il golf è salute

Da sinistra: dr Mo, dr Gianesini, dr Mosti.

Nei giorni scorsi a Parigi, nel corso del meeting annuale della Società Francese di Flebologia, il dr. Sergio Gianesini del Dipartimento di Morfologia, chirurgia e medicina sperimentale dell’Università di Ferrara, ha presentato i dati scientifici raccolti negli ultimi due anni all'interno del progetto socio-sanitario internazionale “Golf è Salute”.

Il progetto, no profit, è mirato all'educazione del personale sanitario e e più in generale della popolazione sul tema della patologia venosa degli arti inferiori, in particolare trombo-embolica ed ha previsto la capillare informazione a sportivi partecipanti a eventi  e gare in campi da Golf italiani ed internazionali circa il calcolo del proprio rischio vascolare. L’iniziativa, nata nel 2015 presso il CUS, Centro Universitario Sportivo di Ferrara, negli ultimi due anni è stata sviluppata in Italia,  in America Latina e negli Stati Uniti, sotto patrocinio delle più importanti società scientifiche internazionali e del CONI.

I  risultati,  ora in pubblicazione in una rivista scientifica di settore, confermano la necessità di sensibilizzazione nei confronti della patologia venosa, nonché la possibilità di impattare positivamente sull'educazione sanitaria della popolazione mediante eventi sportivi. Significativo il dato relativo a come più del 50% dei partecipanti fosse solito utilizzare calze compressive dall'errata prescrizione.