Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2018 / Febbraio / Annali online | Nuove strategie e metodologie per l’insegnamento della matematica e delle scienze

Annali online | Nuove strategie e metodologie per l’insegnamento della matematica e delle scienze

Strategie e metodologie didattiche in Matematica e nelle Scienze: è questo il tema dell’ultimo numero monografico della rivista dell’Università degli Studi di Ferrara “Annali online della Didattica e della Formazione Docente” (http://annali.unife.it/adfd), reso ancor più attuale dalle recenti disposizioni sul percorso di formazione iniziale dei docenti di scuola (FIT) e sulla obbligatorietà della formazione in servizio degli insegnanti, cui l’Università è chiamata a dare il suo contributo.

L’accento è dunque posto sulla didattica disciplinare ossia “quella parte della Didattica chiamata a tener conto sia delle dimensioni di sviluppo degli studenti, sia dei sistemi simbolico-culturali delle singole discipline scolastiche”.

L’apprendimento della matematica e delle scienze pone problemi specifici e dunque richiede una riflessione particolare per orientarne opportunamente le strategie, i processi e i materiali, che possono dipendere non solo dalla fascia di età, dalla tipologia di scuola e dalla situazione sociale e individuale, ma dai contenuti stessi della disciplina che presentano ostacoli cognitivi specifici.

Al volume hanno contribuito ricercatori universitari e insegnati esperti di varie sedi (Torino, Roma, Napoli, Salerno, Pisa, Firenze, Padova, Bologna, Ferrara, Cagliari…). Nella prima parte del volume sono sviluppati temi classici come il problem posing e il problem solving, l’argomentazione, la gestione dell’errore, la didattica laboratoriale, l’apprendimento cooperativo, la valutazione formativa, sotto angolazioni diverse e nuove e talora con l’introduzione di nuove tecnologie di comunicazione digitale. Nella seconda i contributi sono dedicati più specificamente alla formazione iniziale o permanente degli insegnanti, la terza infine presenta sperimentazioni ed esperienze pilota, che pongono ipotesi per nuove ricerche.

Le curatrici del volume, Maria Teresa Borgato e Simonetta Pancaldi, si augurano che esso possa essere di incentivo alle ricerche nel campo delle didattiche disciplinari, come pure di stimolo alle autorità accademiche, affinché diano spazio a questi settori.