Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2018 / Aprile / Classificazione delle Malattie Parodontali e Peri-implantari | Unife scrive un pezzo di storia della parodontologia

Classificazione delle Malattie Parodontali e Peri-implantari | Unife scrive un pezzo di storia della parodontologia

Classificazione delle Malattie Parodontali e Peri-implantari | Unife scrive un pezzo di storia della parodontologia

Il gruppo che al Workshop si è occupato della classificazione delle patologie gengivali

Sono in corso di pubblicazione i risultati del Workshop Mondiale per la Classificazione delle Malattie Parodontali e Peri-implantari che si è tenuto a novembre 2017 a Chicago, organizzato dalla European Federation of Periodontology e dalla American Academy of Periodontology, a cui il Prof. Leonardo Trombelli, Direttore della Unità Operativa di Odontoiatria della Azienda-Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e il Dott. Roberto Farina, ricercatore dell’Università di Ferrara, hanno contribuito con la definizione dei criteri diagnostici di una della patologie più prevalenti a livello globale: la gengivite placca-associata

Clinici e ricercatori provenienti da tutto il mondo hanno dedicato diversi mesi a preparare la documentazione necessaria per aggiornare e, dove necessario, sostituire, la vecchia classificazione (risalente al 1999) delle malattie che affliggono i tessuti di supporto dei denti naturali e degli impianti dentali. A Chicago, il materiale è stato oggetto di cinque giorni di intenso dibattito, che ha visto protagonista anche l’Università di Ferrara.

“In collaborazione con i colleghi Prof. D.N. Tatakis della Ohio State University, US, e il Prof. C.O. Silva dell’Università di Maringá, Brasile – spiega Trombelli - ci siamo occupati di sintetizzare, sulla base dell’evidenza scientifica, la accuratezza di indici clinici, nonchè di parametri microbiologici, immunologici, genetici e relativi al percepito del paziente nella individuazione del caso clinico di gengivite placca-associata e, in ultimo, di delineare i criteri diagnostici di tale patologia. Con grande soddisfazione la nostra proposta diagnostica è stata accettata dalla comunità scientifica internazionale. I risultati del workshop e i documenti che ne sono scaturiti sono in fase di pubblicazione sulle riviste internazionali più importanti del settore e diventeranno a livello globale, il riferimento per tutti i professionisti sia in ambito clinico che di ricerca.”.

”Inoltre - aggiunge Farina - la altissima prevalenza della gengivite placca-associata a livello mondiale e la sua rilevanza nella insorgenza di patologie distruttive quali la parodontite, danno un valore aggiunto allo sforzo di Unife nella definizione di tale malattia”.