Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2017 / Ottobre / A Unife un evento per ricordare il Prof. Lorenzo Beani

A Unife un evento per ricordare il Prof. Lorenzo Beani

A Unife un evento per ricordare il  Prof. Lorenzo Beani

Il Prof. Lorenzo Beani

I farmacologi ferraresi si accingono a ricordare la figura del Prof. Lorenzo Beani, nel primo anniversario della scomparsa.

Lunedì 23 ottobre dalle 10.30 alle 13.30 si terrà un evento commemorativo presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza, in corso Ercole I d’Este, 37.

Nella prima parte della mattinata, il Professor Beani sarà ricordato da diversi colleghi, tra cui il Past President della Società Italiana di Farmacologia, Prof. G. Cantelli Forti, ed il President Elect della stessa Società, Prof A. Mugelli. A seguire, a testimonianza della ricchezza del lascito culturale del Prof Beani, gli interventi scientifici di giovani farmacologi dell’Università di Ferrara.

 

Il Prof Beani ha servito l’Università di Ferrara come Professore di Farmacologia dal 1975 al 2000, prima presso la Facoltà di Farmacia e quindi presso quella di Medicina e Chirurgia. Nel 2009 è stato insignito del titolo di Professore Emerito dell’Università di Ferrara. Ha lasciato un ricordo indelebile in tutti quelli che lo hanno conosciuto. Il suo sapere, i suoi studi, le frequenti ed animate discussioni sul significato e le prospettive dei risultati ottenuti, così come le sue impareggiabili capacità didattiche  sono state, e rimangono, per i suoi allievi l’insegnamento di un grande maestro. Memorabili le sue lezioni, archiviate tra i ricordi più cari e grati degli allievi e di diverse generazioni di medici ferraresi. Il Prof Beani è stato un ricercatore sempre attento allo sviluppo di nuove metodiche convinto che questo fosse uno degli approcci scientifici indispensabili per approfondire le conoscenze della Neurofarmacologia. Particolare menzione deve essere data all'innovativa metodica che alla fine degli anni settanta ideò con grande originalità “le coppette epidurali”, per lo studio della neurotrasmissione. La validità e l’importanza di questa tecnica nell'indagine sperimentale ha trovato conferma nel loro utilizzo da parte di numerosi gruppi di ricerca nazionali ed internazionali. L’operare del Professor Beani è stato sempre ispirato da un grande senso di etica professionale, fatta di dedizione, passione, competenza, rigore intellettuale, coscienza del bene comune e senso di responsabilità nei confronti dei suoi studenti ed allievi, e dell’Istituzione Accademica che ha servito anche come Direttore di Sezione e di Dipartimento.

 

Programma