Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2017 / Ottobre / Unife firma l'accordo PREFER, 'Polarization REsearch for Fusion Experiments and Reactors'

Unife firma l'accordo PREFER, 'Polarization REsearch for Fusion Experiments and Reactors'

Unife firma l'accordo PREFER, 'Polarization REsearch for Fusion Experiments and Reactors'

Un momento della firma del documento

Gli scorsi 2 e 3 ottobre scienziati provenienti da varie nazioni (Francia, Germania, Grecia, Italia, Stati Uniti d'America e Russia), si sono riuniti a Ferrara per partecipare al Workshop "Polarized Fuel for Nuclear Fusion", con l’obiettivo di concentrare i propri sforzi e studi per ottenere combustibile polarizzato per la ricerca nella fusione nucleare e per coinvolgere ricercatori interessati a tale argomento. La possibilità di avere disponibile combustibile polarizzato potrebbe essere la chiave di volta per  la produzione di energia dalla  fusione nucleare.

Gli scienziati che sono intervenuti appartengono a comunità scientifiche diverse, alcuni si interessano di fisica nucleare e subnucleare principalmente esperti nel campo dei bersagli nucleari polarizzati, altri lavorano con  laser di potenza per l'accelerazione di particelle, o sono coinvolti nella fisica della fusione nucleare.

Come risultato gli organizzatori dell'incontro, che sono anche i promotori di questo tipo di attività scientifiche, hanno firmato un documento, che sarà alla base di un accordo di cooperazione scientifica, dal nome PREFER (Polarization REsearch for Fusion Experiments and Reactors), per dare una ben definita cornice, nella quale operare e condividere conoscenze, idee e progetti, utile per i loro obiettivi.

Il documento è già stato approvato dal Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell'Università di Ferrara nel recente Consiglio di Dipartimento del 6 Ottobre 2017.

 

Nella fotografiaGiuseppe Ciullo - Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra - Università di Ferrara e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)- Sezione di Ferrara Ferrara (Italia); Peter Kravtsov - National Research Center "Kurchatov Institute" (NRCKI) Petersburg Nuclear Physics Institute  (PNPI) Gatchina, San Pietroburgo (Russia); Markus Büscher - Heinrich-Heine Universität Düsseldorf e Peter Grünberg Institut (PGI)- Forschungszentrum Jülich (FZJ)Jülich  (Germania); Dmitri Toporkov - Budker Institute of Nuclear Physics (BINP) and Novosibirsk State University, Novosibirsk (Russia); Ralf Engels - Institut für Kernphysik (IKP) - Forschungszentrum Jülich (FZJ),Jülich  (Germania)

 

English press release