Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / News / 2017 / Febbraio / Le camere anecoiche di Ingegneria set cinematografico per la Biennale di Venezia

Le camere anecoiche di Ingegneria set cinematografico per la Biennale di Venezia

Le camere anecoiche di Ingegneria set cinematografico per la Biennale di Venezia

Momenti dell'allestimento per le riprese all'interno della Camera Anecoica

Le Camere Anecoiche del Dipartimento di Ingegneria dell'Università di Ferrara diventano set cinematografico.

Già scelte come setting per il video dello chef Massimo Bottura per il New York Times,  hanno di nuovo catturato l'attenzione dei registi; questa volta, di Giorgio Ferrero, che dal 13 al 15 febbraio vi ha girato alcune riprese di Film di Confine, film prodotto dalla Biennale di Venezia all'interno del progetto Biennale College Cinema, e che sarà presentato in anteprima mondiale alla prossima Mostra del Cinema di Venezia.

Le riprese sono state effettuate sia nella camera anecoica di acustica che nella camera anecoica del laboratorio di compatibilità elettromagnetica LUCE.

Il film è un documentario sull’ossessione del consumo nel mondo contemporaneo e sugli oggetti di cui pensiamo di aver bisogno e che ogni giorno iniziano e finiscono il loro viaggio all’interno di luoghi industriali e scientifici meccanicamente silenziosi e spettrali, come un campo di pozzi di petrolio, una nave cargo un termovalorizzatore e, appunto, una camera anecoica.

In questi quattro luoghi remoti, uomini di confine lavorano in completo isolamento senza interferenze del mondo esterno: questi uomini sono inconsapevolmente alla base della lunga sequenza di creazione, trasporto, commercializzazione e distruzione degli oggetti che alimentano la bulimia del nostro stile di vita.

La Camera Anecoica di acustica di UniFE, realizzata all’interno dei Laboratori del Dipartimento di Ingegneria, è un grande ambiente delimitato da superfici fonoassorbenti in grado di eliminare la quasi totalità delle riflessioni sonore. L’ambiente si caratterizza per un elevato isolamento acustico che riduce la presenza di rumori provenienti dall’esterno.

Nel laboratorio è possibile misurare le caratteristiche di emissioni sonore di ogni tipologia di sorgente senza gli effetti indesiderati delle riflessioni delle pareti e dei rumori esterni.

I segnali sonori rilevati contengono pertanto solo le informazioni che caratterizzano le emissioni di quella specifica sorgente, sia essa la voce umana, il suono di uno strumento musicale o il rumore emesso da una macchina.

Il LUCE (Laboratorio Universitario di Compatibilità Elettromagnetica) é un laboratorio di ricerca del Dipartimento di Ingegneria dell'Università di Ferrara all'interno del quale vengono trattate tutte le problematiche relative alla compatibilità elettromagnetica (EMC, da Electro Magnetic Compatibility) ed al monitoraggio ambientale dei campi elettromagnetici; all'interno del LUCE vi è una camera anecoica per misure di compatibilità elettromagnetica.