ANATOMIA, ISTOLOGIA E GENETICA UMANA NELLE SCIENZE RADIOLOGICHE

Anno accademico e docente
Non hai trovato la Scheda dell'insegnamento riferita all’anno accademico di tuo interesse? Ecco come fare >>
English course description
Anno accademico
2017/2018
Docente
ARIANNA GONELLI
Crediti formativi
6
Periodo didattico
Primo Semestre

Obiettivi formativi

GENETICA MEDICA
Fornire conoscenze di base di genetica formale, umana e medica. Applicazione dei principi genetici nello studio delle condizioni patologiche ereditarie.
ANATOMIA UMANA DI BASE
Acquisizione delle conoscenze anatomiche di base per comprendere l'organizzazione generale del corpo umano; l'acquisizione delle conoscenze dei meccanismi che consentono alle singole cellule, tessuti e organi di svolgere le loro specifiche funzioni nell'ambito dell'organismo umano; l'identificazione delle componenti dei diversi apparati e la definizione dei loro rapporti fisici e funzionali. Pertanto, al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di ricordare i concetti fondamentali per discutere sulle correlazioni fra le strutture del corpo umano e le relative funzioni. Inoltre avrà acquisito la terminologia medica di base necessaria per gli sbocchi professionali previsti dal corso di laurea.
ANATOMIA UMANA NELLE SCIENZE RADIOLOGICHE
L'obiettivo del corso è quello di riconoscere le principali strutture anatomiche dell'uomo, cosi come sono rappresentate nelle varie tecniche di imaging radiologico.
ISTOLOGIA
Il corso porterà lo studente alla acquisizione di nozioni sulla struttura, organizzazione e funzione delle cellule e dei tessuti del corpo umano. Al termine del corso lo studente sarà in grado di descrivere la struttura microscopica delle cellule e dei diversi tessuti del corpo umano in rapporto alle caratteristiche funzionali. Lo studente dovrà, inoltre, acquisire e saper utilizzare la terminologia scientifica corretta per definire ed interpretare criticamente le conoscenze istologiche.

Prerequisiti

Elementi di base di biologia e di statistica

Contenuti del corso

GENETICA MEDICA
Genetica mendeliana: Fenotipo, genotipo, assortimento indipendente, segregazione; Dominanza, recessività, reincrocio; Alberi genealogici, eredità AD e AR; Probabilità, Test del chi2, Teorema di Bayes.
Genetica del sesso e citogenetica: Determinazione genetica del sesso; Cariotipo umano normale; Mutazioni cromosomiche; Lyonizzazione.
Estensioni della genetica mendeliana: Allelia multipla, codominanza, dominanza intermedia, geni letali; Complementazione, interazione genica; Penetranza, espressività variabile, patologie ad esordio tardivo, anticipazione; Eredità mitocondriale.
Ricombinazione genica: Associazione completa ed incompleta; Crossing-over meiotico; Mappe di linkage.
Genomica: Organizzazione del genoma umano; Struttura del gene eucariotico; Polimorfismi del DNA, mutazioni geniche e mutagenesi.
Elementi di Genetica quantitativa e di popolazione.
ANATOMIA UMANA DI BASE
Architettura generale dell'organismo umano: cellule, tessuti, organi, sistemi o apparati.
Apparato tegumentario: la cute.
Apparato cardiovascolare: sangue, cuore, vasi e circolazione ematica. Apparato linfatico: linfa, organi linfatici, vasi e circolazione linfatica. Apparato respiratorio: vie respiratorie, polmoni e meccanica respiratoria.
Apparato digerente: cavità orale, canale alimentare, e ghiandole annesse (ghiandole salivari, fegato e pancreas). Apparato urinario: rene, vie urinarie.
Apparato locomotore: tessuto osseo, scheletro assile e appendicolare.
Sistema nervoso: tessuto nervoso, midollo spinale, cervello, diencefalo, tronco encefalico, cervelletto; brevi cenni ai nervi periferici.
ANATOMIA UMANA NELLE SCIENZE RADIOLOGICHE
Conoscenza della relazione esistente tra l'anatomia umana normale e le strutture anatomiche identificabili su radiogrammi acquisiti con tecniche planari, con e senza mezzi di contrasto naturali.
ISTOLOGIA
Tessuto Epiteliale. Polarità morfofunzionale: differenziazioni della superficie apicale, laterale e basale Membrana basale.
Epiteli di rivestimento. Epiteli ghiandolari.
Tessuto connettivo.
Tessuto connettivo propriamente detto: cellule e matrice extracellulare. Fibre collagene, elastiche e reticolari. Connettivo lasso e denso.
Tessuto cartilagineo: condrociti e matrice extracellulare. Cartilagine ialina, elastica, fibrosa.
Tessuto osseo: cellule ossee e matrice extracellulare. Tessuto osseo spugnoso e compatto. Sangue: il plasma e gli elementi corpuscolati.
Tessuto nervoso: Struttura del neurone. La conduzione dell'impulso nervoso. Sinapsi. Nervo (epinevrio, perinevrio ed endonevrio).
Tessuto muscolare. Tessuto muscolare striato scheletrico: la fibrocellula muscolare striata. Il sarcomero. La contrazione della fibra muscolare. Tessuto muscolare striato cardiaco: La fibra cardiaca. I dischi intercalari. Tessuto muscolare liscio: la cellula muscolare liscia.

Metodi didattici

Lezioni frontali ed esercitazioni pratiche

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
L’esame comprende 4 parti.
-Una prova parziale di ANATOMIA UMANA DI BASE, formulata come esame scritto. La prova prevede 32 domande a risposta multipla riguardanti tutti gli argomenti trattati a lezione. Ciascuna domanda prevede 4 o 5 risposte di cui una solamente è esatta. Ogni risposta esatta vale 1 punto. Le risposte sbagliate o non date valgono 0 punti. La durata dell’esame è di 45 minuti. Per superare la prova è necessario acquisire almeno 18 punti su 30.
-Una prova parziale di ANATOMIA UMANA NELLE SCIENZE RADIOLOGICHE, consistente in una prova orale così strutturata: riconoscimento, in un radiogramma proposto al candidato, della metodica utilizzata per acquisirlo, e la proiezione. Riconoscimento delle strutture anatomiche visualizzabili, con una domanda sulle strutture anatomiche non visualizzabili nel radiogramma normale. La durata media del colloquio è di circa 20 minuti.
-Una prova parziale di ISTOLOGIA, consistente in un quiz al computer: 20 domande a risposta multipla (con 4 risposte ciascuna). Ogni domanda vale 1 punto se corretta; risposta sbagliata o non risposta 0 punti; durata 30 minuti. Voto finale espresso in trentesimi.
-Una prova parziale di GENETICA MEDICA, consistente in una prova scritta comprendente 11 domande a risposta aperta, a copertura dei principali contenuti del programma del modulo, e corrispondenti a problemi di genetica medica o a definizioni. Il tempo previsto per la prova è di 90 minuti. Alle risposte di ciascuna domanda viene assegnato un punteggio di 3 punti. Il punteggio complessivo viene normalizzato a 30.
Per superare l’esame di corso integrato è necessario acquisire un punteggio minimo di 18 su 30 per ciascuna prova parziale.
Il voto finale del corso integrato è dato dalla media ponderata dei punteggi delle quattro prove parziali, ciascuno rapportato ai corrispettivi crediti formativi.

Testi di riferimento

GENETICA MEDICA
Clementi, Elementi di genetica medica, EdiSES ed.
Novelli Giardina, Genetica medica pratica, Aracne Ed.
Neri Genuardi, Genetica umana e medica, Masson – Elsevier ed.
ANATOMIA UMANA DI BASE
Glauco Ambrosi et al., Anatomia dell'uomo, Edi-Ermes
Martini et al., Anatomia Umana, EdiSES
Artico, Castano et al., Anatomia Umana. Principi, Edi-Ermes
ANATOMIA UMANA NELLE SCIENZE RADIOLOGICHE
Mazzuccato, Anatomia radiologica, Casa Ed. Piccin 2009
ISTOLOGIA
Adamo, Comoglio, Molinaro, Siracusa, Stefanini e Ziparo, Istologia per i Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie, Ed. Piccin, Padova
Junqueira, Carneiro, Compendio Di Istologia Testo-Atlante, Ed. Piccin, Padova
Gartner P. L. et al., Istologia, EdiSES