Raccontare la scienza. Workshop al Festival di Internazionale

ultima modifica 04/09/2018 15:40

RACCONTARE LA SCIENZA.

COME USARE LE TECNICHE DELLA FICTION PER PARLARE DI SCIENZA.

Workshop tenuto da Paolo Giordano, a cura del Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza dell'Università di Ferrara

Ferrara, 5 - 7 ottobre 2018

È possibile rendere la scienza avvincente senza tradire la sua verità intrinseca? C’è spazio per un io-narrante e come si gestisce l’informazione? Per rispondere a queste domande ci vengono in aiuto libri come Sapiens, o La sesta estinzione, o Spillover, o Al di là delle parole, o Considera l’aragosta, o Il pollice del violinista, o L’imperatore del male, o La vita segreta. Testi bellissimi, da cui si può partire esplorando le forme di narrazione più recenti che hanno al centro argomenti scientifici.

Il corso fa per te se pensi che oggi gli argomenti più specifici siano, in fondo, i più interessanti; se credi che la frontiera si trovi oggi nella ricerca e nella tecnologia; se hai una formazione specifica che non sai bene come usare ma che vorresti trasmettere; se sei frustrato dal modo in cui la scienza viene spesso comunicata.

Obiettivi
Avere una panoramica delle forme in cui oggi si racconta la scienza. Saper individuare uno spunto che funziona, selezionare le informazioni, organizzarle e trovare un modo per trasferirle in modo armonico. Capire come inserirsi nel racconto.

Programma indicativo
Dopo un’introduzione generale sulla narrazione scientifica attuale, saranno commentati in modo approfondito alcuni testi. I partecipanti potranno poi scegliere un’idea da cui partire per strutturare e scrivere un testo breve. Gli elaborati degli studenti saranno letti e commentati in aula.

Materiale da portare
Computer portatile. Sarebbe utile che gli studenti arrivassero con un argomento scientifico a loro scelta che conoscono già e sul quale si sono documentati e che abbiano letto almeno uno dei testi citati nell’introduzione.

Paolo Giordano è uno scrittore e fisico italiano. Ha vinto il premio Strega nel 2008 con il romanzo La solitudine dei numeri primi (Mondadori), pubblicato in ventuno paesi. Il suo ultimo romanzo è Divorare il cielo (Einaudi 2018).

Per iscriverti, invia un’email a mariasilvia.accardo@unife.it indicando nome, cognome, indirizzo, telefono. Saranno accettate le prime 30 richieste.

Azioni sul documento