Intelligenza artficiale: immagini radiologiche e COVID-19

Il gruppo di ricerca dell'Istituto di Radiologia diretto dal professor Melchiore Giganti sta studiando la capacità prognostica di alcuni software  (intelligenza artificiale) per l'analisi di immagini di Tomografia Computerizzata impiegati nella quantificazione del danno polmonare in pazienti affetti da polmonite COVID-19. 

L’utilizzo di questi strumenti, infatti, è stato proposto come ausilio rapido ed efficace nella diagnosi e nella valutazione di gravità della polmonite da COVID-19. Tuttavia, l’urgenza, la grande quantità di dati diagnostici, la necessaria tempestività nelle unità di pronto soccorso e nelle terapie intensive non hanno ancora consentito di valutarne l’accuratezza diagnostica. 

L'obiettivo del lavoro è quello di indagare se il computer, sotto la supervisione del radiologo clinico, possa fornire dati utili a prevedere la gravità dell'evoluzione della patologia elaborando le immagini diagnostiche, e con quali parametri di affidabilità.