Controrelatore

Relatore e correlatore (o più relatori e correlatori) sono coloro che seguono lo studente nel percorso di studio, analisi e stesura della tesi. Sono coloro che meglio di altri conoscono la qualità del lavoro svolto.

Il Contro-relatore può essere presente in seduta di laurea per ogni tesi/dissertazione finale, partecipando alla discussione della tesi e apportando un punto di vista articolato. Il suo nome è indicato dai relatori e comunicato al Coordinatore del CdS almeno 30 gg prima della data di laurea. La sua funzione è essenzialmente quella di acquisire gli elementi caratterizzanti della tesi/elaborato finale e valutare il contributo personale del candidato/a nella preparazione dell’elaborato. Il contro-relatore può essere individuato nelle seguenti figure: Professore di ruolo; Ricercatore; Professore in anno sabbatico; Professore supplente o a contratto, docente di altro Ateneo – italiano o straniero - o un esperto della materia. Può essere aggregato, in sovrannumero, alla Commissione di esame finale, ma senza diritto di voto. Nel caso non possa partecipare alla seduta di laurea può far pervenire un parere scritto al Presidente della Commissione di laurea.

Il contro-relatore riceve dal relatore la tesi di laurea in formato elettronico nella sua versione definitiva alla scadenza del caricamento della tesi nella procedura on line da parte del laureando/a, non sono pertanto previste proroghe alla scadenza indicata nella procedura (13 gg. prima della data di laurea).

 

Delibera del CCdS del 4/12/2017