Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Informa Studenti / 2019 / Ottobre / Il Master in Tutela, diritti e protezione dei minori lancia il Concorso "Fatti per i diritti"

Il Master in Tutela, diritti e protezione dei minori lancia il Concorso "Fatti per i diritti"

Il Master Unife in Tutela, diritti e protezione celebra il trentennale della Convenzione dei diritti dei minori con il concorso "Fatti per i diritti".


La direzione invita chiunque voglia partecipare a inviare un video della durata massima di 15 minuti che possa documentare un’esperienza, una testimonianza, una storia, una creazione, un’attività, un laboratorio, un progetto, una voce che comunichi “un fatto per i diritti".

L'obiettivo è poter raccogliere il numero più ampio possibile di esperienze realizzate a favore dell’affermazione dei diritti dei minori.

Il video dovrà pervenire entro il 20 novembre (data del trentennale della Convenzione)  all'indirizzo mail mastertutelaminori@unife.it.

Per ogni dubbio tecnico, contattare a questo stesso indirizzo, la dott.ssa Alessandra Chiaromonte.

Dovranno essere allegate al video, le liberatorie che saranno inviate per chiedere ai partecipanti di poter pubblicare il video sul sito del Master e sui social.

Una giuria composta da tre docenti del Master e da due studenti del Master valuterà i video da premiare.

Il primo premio consisterà nell’accesso gratuito alla piattaforma del nostro master, come ospite, dal 20 dicembre 2019 al 20 marzo 2020 e nell’invio gratuito di una copia di ciascun volume della collana Tutela, diritti e protezione dei minori della casa editrice Junior di Bergamo.

Al secondo e al terzo premiato verrà consentito l’accesso gratuito alla piattaforma per due mesi (dal 20 dicembre al 20 marzo) assieme all’invio gratuito dei volumi della collana Tutela, diritti e protezione dei minori della casa editrice Junior di Bergamo.

Un premio speciale sarà conferito a coloro che sceglieranno di partecipare con un video che documenti un’attività, un laboratorio o un progetto di death education. Il diritto a essere accompagnati e ad affrontare il dolore per le perdite affettive è un diritto innegabile dei minori che viene spesso trascurato.

Al vincitore/vincitrice sarà consentito l’accesso alla piattaforma, come ospite, per il trimestre (20 dicembre /20 marzo) e l’invio dei volumi sull’elaborazione del lutto e sulla death education curati dal Master in questi anni con il Progetto “Uno sguardo al cielo” che ,grazie alle agenzie Amsef e Pazzi, finanzia ogni anno la borsa di studio dedicata a Sara Cesari

Partecipate numerosi e diffondete questa iniziativa che consentirà di dare risalto a tutte le buone prassi che state realizzando a favore dei minori.

Paola Bastianoni

Direttrice del master