Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Eventi / 2018 / settembre / REMTECH EXPO 2018 – Gli eventi Unife del 19 settembre

REMTECH EXPO 2018 – Gli eventi Unife del 19 settembre

Dettagli dell'evento

Quando

19/09/2018
dalle 11:30 alle 18:30

Aggiungi l'evento al calendario

REMTECH EXPO 2018

19 - 21 settembre

Ferrara Fiere Congressi

Via della Fiera, 11

44121 Ferrara

 

Anche quest’anno sono tanti i docenti dell’Università di Ferrara che partecipano a REMTECH EXPO 2018, l’unico evento internazionale permanente specializzato sulle bonifiche, rischi ambientali e naturali, sicurezza, manutenzione, riqualificazione, rigenerazione del territorio, cambiamenti climatici e chimica circolare

 

REMTECH EXPO 2018 si presenta quest’anno in una veste rinnovata ed ampliata, composta da nove segmenti tematici, scuole, academy, hub internazionali e poli di innovazione: REMTECH e REMTECH EUROPE - bonifiche dei siti inquinati, COAST- tutela della costa, porti e sedimenti, ESONDA - dissesto idrogeologico e frane, GEOSISMICA - mitigazione del rischio sismico, INERTIA - sostenibilità delle opere e riutilizzo dei materiali, RIGENERACITY - rigenerazione urbana e social housingCLIMETECH - cambiamenti climatici e strumenti di misura, CHEMTECH - riconversione e chimica circolare, FOCUS NUCLEARE - rischi e decommissioning.

Mercoledì 19 Settembre 2018

 

Programma RIGENERA CITY

Rigenera City, coordinato da ACER Ferrara con il supporto del Laboratorio di ricerca CITER del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara,  si pone come  momento specializzato e internazionale di incontro e confronto dedicato ai temi della rigenerazione del territorio e del social housing. Obiettivo è individuare e sviluppare ogni anno percorsi congressuali diversificati e concreti su scala internazionale, favorendo il dialogo tra le parti e il mercato globale, anche attraverso la condivisione di esperienze virtuose e la definizione di strumenti e modelli innovativi, capaci non solo di fare divulgazione tra gli addetti ai lavori, ma anche e soprattutto di supportare la programmazione territoriale. Rigenera City parte dalle fondamenta della riqualificazione urbana come un processo/progetto complesso che offre anche opportunità di sperimentazione.

Programma CLIMETECH

Ore 11.30 – 13

Mitigazione dei rischi naturali e adattamento ai cambiamenti climatici

II Sessione condivisa ESONDA – CLIMETECH

Coordinatori del convegno Patrizia Ercoli – Regione Emilia-Romagna, Alessandro Trigila – ISPRA

 

  • La gestione dell’Incertezza

Massimiliano Fazzini, Università di Ferrara e Università di Camerino – CLIMETECH

  • La strategia di mitigazione e adattamento per i cambiamenti climatici della Regione Emilia – Romagna

Patrizia Bianconi, Regione Emilia-Romagna, Servizio difesa del suolo, della costa e bonifica

  • Valutazione preliminare del rischio

Meuccio Berselli, Autorità di bacino distrettuale del fiume Po

  • Il Primo Rapporto ABDAC su rischio alluvioni, frane, cavità del sottosuolo e acque sotterranee

Erasmo D’Angelis, Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale

  • Rapporto 2018 sul dissesto idrogeologico in Italia

Carla Iadanza, ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

  • Il Centro interdisciplinare per la conservazione e gestione sostenibile del patrimonio culturale

Paolo Ceccarelli, Professore Emerito dell’Università di Ferrara – Chiara Biscarini, Università per Stranieri Perugia

  • Approccio geologico allo studio del clima

Elisabetta Erba, CNG - Consiglio Nazionale dei Geologi

 

Programma ESONDA

Ore 11.30 – 13

 

Mitigazione dei rischi naturali e adattamento ai cambiamenti climatici

II Sessione condivisa ESONDA - CLIMETECH

Coordinatori del convegno: Patrizia Ercoli – Regione Emilia-Romagna, Alessandro Trigila – ISPRA

 

  • La gestione dell’Incertezza

Massimiliano Fazzini, Università di Ferrara e Università di Camerino – CLIMETECH

  • La strategia di mitigazione e adattamento per i cambiamenti climatici della Regione Emilia – Romagna

Patrizia Bianconi, Regione Emilia-Romagna, Servizio difesa del suolo, della costa e bonifica

  • Valutazione preliminare del rischio

Meuccio Berselli, Autorità di bacino distrettuale del fiume Po

  • Il Primo Rapporto ABDAC su rischio alluvioni, frane, cavità del sottosuolo e acque sotterranee

Erasmo D’Angelis, Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale

  • Rapporto 2018 sul dissesto idrogeologico in Italia

Carla Iadanza, ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

  • Il Centro interdisciplinare per la conservazione e gestione sostenibile del patrimonio culturale

Paolo Ceccarelli, Professore Emerito dell’Università di Ferrara – Chiara Biscarini, Università per Stranieri Perugia

  • Approccio geologico allo studio del clima

Elisabetta Erba, CNG - Consiglio Nazionale dei Geologi

 

Programma COAST

Ore 14.30-16.00

Gestione ambientale di marina e porti - Parte I

Moderatori del convegno: Giuseppe Di Luca AdSP Genova, Francesco Lalli, ISPRA

 

  • Apertura dei lavori
  • Il ruolo dei dati e delle banche dati geospaziali nel monitoraggio e gestione ambientale

C.F. Nicola Pizzeghello, Istituto Idrografico della Marina

  • La rete geodetica costiera: una infrastruttura utile per attività di monitoraggio del litorale emiliano romagnolo

Stefano Gandolfi, Università di Bologna

  • Movimentazione dei sedimenti in ambito marino-costiero: evoluzione dell'assetto normativo italiano ed implicazioni gestionali

Monia Renzi, LAV Rimini

  • Livello medio mare locale e suo collegamento alle Reti Geodetiche del territorio

Alberto Pellegrinelli, Università di Ferrara

  • La movimentazione dei sedimenti indotta dal traffico navale – casi di studio nei porti italiani

Andrea Pedroncini, DHI Italia Srl

  • Dibattito e Conclusioni

 

Incontri Tecnici

Ore 14.30 - 16.30

Il Tecnopolo di Ferrara per l'ambiente e il territorio

Il Tecnopolo di Ferrara, gestito dall’Università di Ferrara, partecipa a Remtech con uno stand ed un convegno per presentare i Laboratori che vi aderiscono e che operano negli ambiti bonifiche, rischi ambientali e naturali, sicurezza, manutenzione, riqualificazione, rigenerazione del territorio. Le imprese potranno recarsi allo stand 140 del Padiglione 4, conoscere i ricercatori che lavorano nei vari gruppi e approfondire le opportunità di innovazione e trasferimento tecnologico, che sono sempre più strategiche per la competitività del nostro tessuto economico.

Il convegno "Il Tecnopolo di Ferrara per l'ambiente e il territorio" vedrà la partecipazione del Prof. Michele Pinelli, Delegato del Rettore alla III Missione – Università di Ferrara, del Sindaco del Comune di Ferrara Avv. Tiziano Tagliani, dei Responsabili Scientifici dei Laboratori Terra&AcquaTech e TekneHub, Proff. Luisa Pasti e Marcello Balzani. Chiuderà l’incontro il Prof. Andrea Conti, Delegato del Rettore alla Ricerca, che illustrerà alcuni progetti realizzati da gruppi di ricerca Unife che non rientrano nel Tecnopolo.

Programma

 

Per avere il biglietto gratuito di ingresso a RemtechPRE-REGISTRAZIONE ONLINE

Per iscriversi all'evento

 

Ore 16.30 – 18

Instabilità di versante indotta da sollecitazioni idrauliche e sismiche

II Sessione condivisa ESONDA - GEOSISMICA

 

Raffaele Pignone – GeoSismica, Nicola Moraci – Associazione Geotecnica Italiana

 

  • Alcune considerazioni sui meccanismi di rottura e collasso sotto sisma delle strutture

Massimo Mariani, CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri

  • Rischio liquefazione: azioni e misure per la ricostruzione e la pianificazione urbanistica post Sisma Emilia 2012

Luca Martelli, Regione Emilia-Romagna, Servizio Geologico Sismico e dei Suoli

  • Valutazione e mitigazione del potenziale di mitigazione in Europa: un approccio innovativo alla protezione di strutture e infrastrutture

Alessandro Flora, Università di Napoli Federico II - AGI - Progetto Liquefact

  • Interventi di mitigazione del rischio di liquefazione nell’ambito della ricostruzione post sismica emiliana

Alessio Colombi, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ferrara

  • Sperimentazione in vera grandezza (blast test) su interventi di mitigazione della liquefazione

Sara Amoroso, INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia/Università di Bologna

  • Valutazione dei fenomeni cosismici e non nella programmazione della ricostruzione in aree ad elevata pericolosita' geologica e geomorfologica - l’alta Valnerina umbro-marchigiana

Filippo Guidobaldi e Piero Farabollini, Ordini dei Geologi dell’Umbria e delle Marche

  • Instabilità di versante ... in pianura: esempi dall'area epicentrale del 2012

Riccardo Caputo, Università di Ferrara

 

Programma GEOSISMICA

Ore 16.30 - 18.30

Instabilità indotte da sollecitazioni idrauliche e sismiche – Parte II

II Sessione condivisa ESONDA ‐ GEOSISMICA

Coordinatori: Raffaele Pignone, GeoSismica - Nicola Moraci, Associazione Geotecnica Italiana

 

  • Alcune considerazioni sui meccanismi di rottura e collasso sotto sisma delle strutture

Massimo Mariani, CNI ‐ Consiglio Nazionale Ingegneri

  • Rischio liquefazione: azioni e misure per la ricostruzione e la pianificazione urbanistica post Sisma Emilia 2012

Luca Martelli, Regione Emilia‐Romagna, Servizio Geologico Sismico e dei Suoli

  • Valutazione e mitigazione del potenziale di liquefazione in Europa: un approccio innovativo alla protezione di strutture e infrastrutture

Alessandro Flora, Università di Napoli Federico II ‐ AGI – Progetto Liquefact

  • Sperimentazione in vera grandezza (blast test) su interventi di mitigazione della liquefazione

Sara Amoroso, INGV ‐ Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia/Università di Bologna

  • Interventi di mitigazione del rischio di liquefazione nell’ambito della ricostruzione post sismica emiliana

Alessio Colombi, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ferrara

  • Valutazione dei fenomeni cosismici e non nella programmazione della ricostruzione in aree ad elevata pericolosità geologica e geomorfologica ‐ l’alta Valnerina umbro‐marchigiana

Filippo Guidobaldi, Piero Farabollini, Ordini dei Geologi dell’Umbria e delle Marche

  • Instabilità di versante…in pianura: esempi dall'area epicentrale del 2012

Riccardo Caputo, Università di Ferrara

 

Ore 16.30-18.15

Il rischio sismico per i gestori delle reti

Coordinamento: Comitato Scientifico GeoSismica- Moderatore: Antonio Tralli, già Professore ordinario di Scienza delle costruzioni dell’Università di Ferrara

  • L’esperienza di AIMAG SpA - Sisma Emilia Romagna del Maggio 2012: interventi sul sistema acquedottistico per il ripristino delle prestazioni di servizio antecedenti agli eventi sismici

Teodoro Mangone, Ingegnere, AIMAG SpA

  • Il Caso di AcqueVenete

Monica Manto, Direttore Generale Roberto Segala Direzione Area Tecnica e Sviluppo

  • Valutazione di vulnerabilità sismica di torrini piezometrici con analisi pushover e modelli equivalenti

Alessandro Nicastro, ArchLivIng

Riccardo Meneghin , laureato Università di Ferrara

 

Ore 19.30

Palazzo Tassoni Estense, sede del Dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara

Via della Ghiara, 36

 

Inaugurazione della Mostra fotografica NELLE STRADE DEL MONDO. Selezione URBAN PHOTOGRAPHY (spazi di vita negli sguardi fotografici fra città e territorio).

Organizzata dal Laboratorio di progettazione urbana e territoriale CITER e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara

L’iniziativa, che raccoglie gli scatti di studentesse, studenti laureate/i, dottorande/i e docenti di Unife, ha come obiettivo una riflessione collettiva sulla dimensione fisica e sociale dello spazio pubblico, sul significato della strada come metafora della quotidianità e sul valore degli spazi marginali o frammentati come luoghi dal carattere identitario.

L'esposizione, a ingresso libero, è visitabile fino al 7 ottobre

Locandina

 

Per ulteriori informazioni e per il programma di tutti gli eventi