Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Home / Eventi / 2018 / maggio / Pint of Science | Terza giornata del Festival a Ferrara

Pint of Science | Terza giornata del Festival a Ferrara

Dettagli dell'evento

Quando

16/05/2018
dalle 19:00 alle 23:00

Aggiungi l'evento al calendario

Dal 14 al 16 maggio il Festival Pint of Science fa tappa anche a Ferrara e porta alcuni dei più brillanti ricercatori al bar  per raccontare, sorseggiando una buona birra, le novità delle loro ultime ricerche e scoperte.

16 maggio

Ore 19

Clandestino

Via Ragno, 50

 

Una strana materia: esistono le stelle a Quark e il ferro è instabile?

Alessandro Drago

 

La materia ordinaria, fatta da neutroni e protoni, è davvero stabile o esistono forme di materia più stabili?In particolare clusters di quark up, down e strani potrebbero essere più stabili del ferro? Quali sono le conseguenze di questa ipotesi? Che relazione c'è con la possibile esistenza di stelle fatte di quark deconfinati? Ci sono speranze di poter chiarire questi problemi nel prossimo futuro?

 

Alessandro Drago

Si è laureato in Fisica presso l'Universita' di Torino nel 1985. Diventa dottore di ricerca in Fisica presso l'Universita' di Torino nel 1990. Dopo una fellowship presso l'Istituto di Fisica Teorica dell'Universita' di Tuebingen nel 1987-88, diventa ricercatore presso l'Universita' di Ferrara dal 1990 dove oggi è professore associato presso il Dipartimento di Fisica. Docente dei corsi di Fisica Nucleare, Teoria della diffusione, Simulazione computazionale.

 

Ore 21

Fuoriporta

Via Caldirolo, 84

 

Orologio da polso o…orologio da cervello?

Roberto Manfredini

 

Il ‘tempo' in biologia e in medicina: che legame c’è fra l’orologio da polso e le attività (fisiologiche, biochimiche, comportamentali) del nostro organismo? Nel nostro cervello esiste un ‘orologio’ che regola e sovrintende  tutte le funzioni dell'organismo con una variabilità ritmica caratterizzata da picchi top e down durante il giorno. Questa variabilità è legata ai ritmi circadiani (circa diem = di circa 24 ore) i cui scopritori hanno vinto il Nobel 2017 per la Fisiologia e Medicina. Quanto e come questi ritmi influenzano la nostra vita quotidiana, in salute e in malattia…?

 

Roberto Manfredini

Professore ordinario di Medicina interna, direttore del Dipartimento di Scienze Mediche di Unife. Da oltre 30 anni dedito allo studio di ritmi biologici e cronobiologia, disciplina cui è stato attribuito il Premio Nobel per Medicina e Fisiologia 2017, e in particolare al ‘timing’ di insorgenza delle patologie acute. Invitato a tenere lezioni in numerose città italiane ed estere. Partner delle Università di Ann Arbor Michigan, Cordoba, Heidelberg e Londra. Autore di 380 articoli su riviste internazionali con impact factor. Dirige l’Unità Operativa di Clinica Medica presso il polo di Cona.

 

Il Festival a Ferrara

 

Locandina