Crostacei

ultima modifica 16/02/2011 10:18

I Crostacei appartengono alla classe Arthropoda. Gli artropodi sono ben rappresentati sia allo stato fossile sia attualmente. Comprendono animali protostomi metamerici eteronomi (cioè le caratteristiche anatomiche dei metameri mutano a seconda della regione del corpo) che presentano appendici ai lati di tali metameri. Presentano un esoscheletro (la cui natura può variare da chitinoso a carbonatico) attorno al corpo e alle appendici. I primi artropodi compaiono nel Cambriano, le classi attuali a partire dal Devoniano. Agli artropodi appartengono i Crostacei, i Miriapodi (millepiedi, etc...), gli insetti e altre forme.

Harpactocarcinus punctulatus







Harpactocarcinus punctulatus (Desm.) -
Eocene medio, Nanto (Colli Berici, Vicenza)
Lophoranina marestiana








Lophoranina marestiana -
Eocene medio, Lessini vicentini

 

  • I Crostacei sono artropodi molto diffusi in tutti gli ambienti marini e d'acqua dolce, e poche specie si sono adattate all'ambiente terrestre. Lo sviluppo avviene attraverso una o più forme larvali. Al gruppo appartengono forme mobili, sessili e le forme più specializzate sono diventate parassite. I crostacei si sono diffusi a partire dal Devoniano e sono molto diffusi anche attualmente.

 

bussolaRitorna alla pianta della sala

Azioni sul documento