Bivalvi

ultima modifica 16/02/2011 10:12

I bivalvi rientrano nella classe Mollusca. Ai molluschi  appartengono importanti invertebrati protostomi. Ne sono note circa 130000 specie viventi. Presentano simmetria bilaterale che può essere perduta secondariamente. Non presentano corpo metamerico, tranne il genere Neopilina. La metameria di questo genere assieme ad altre somiglianze a livello larvale fanno pensare ad una filogenesi dei molluschi a partire da primitivi anellidi. I molluschi, apparsi nel primo Paleozoico, sono importanti indicatori litogenetici e stratigrafici.

Daonella Taramelli










Daonella Taramelli -
Trias medio, Dolomiti

 

Claraia claraia








Claraia claraia -
Werfeniano (Trias medio), Val di Fiemme
  • I bivalvi sono molluschi a simmetria bilaterale con conchiglia bivalve. Sono privi di capo e pertanto sono anche chiamati acefali. Altro sinonimo usato è quello di lamellibranchi che deriva dalle lamelle delle branchie presenti nei taxa più evoluti. Si tratta di organismi acquatici e per lo più marini. I primi bivalvi appaiono certamente nel Cambriano superiore, ma forse anche prima. Sono ottimi marker biostratigrafici e possono fornire informazioni sul paleoambiente.

 

bussolaRitorna alla pianta della sala

Azioni sul documento