SOstare con te: come sostenere le scelte e le passioni degli adolescenti

SOSTARE CON TE:

COME SOSTENERE LE SCELTE E LE PASSIONI DEGLI ADOLESCENTI

Prossimo appuntamento di “EduCARE in Unife”

SOstare con te: come sostenere le scelte e le passioni degli adolescenti. Un argomento di sensibilità e di grande interesse per le famiglie al centro del nuovo appuntamento di “EduCARE in Unife", il ciclo di incontri dedicato ai genitori che lavorano e studiano all’Università di Ferrara, in programma domani martedì 2 febbraio, dalle ore 14.30 alle ore 17, in Sala Consiliare del Dipartimento di Giurisprudenza (c.so Ercole I d’Este, 46).

L’incontro sarà condotto da Alberto Urro, Promeco Comune di Ferrara – Azienda USL di Ferrara.

Il ciclo “EduCARE in Unife" è promosso in Ateneo nell'ambito delle azioni positive  2014-2016 da Cristiana Fioravanti, Delegata del Rettore alle Pari Opportunità, benessere organizzativo, disabilità e rapporti con gli studenti, Silvia Borelli, Presidente del Consiglio di Parità, Cinzia Mancini, Presidente del Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, e con il supporto di Federica Danesi ed Eletra Mantovani componenti del CUG.

 

Spiegano le promotrici: “Gli incontri, tenuti da esperti di psicologia, educazione e tematiche giovanili, presentano di volta in volta soluzioni per supportare il meravigliosamente difficile lavoro di genitore, affrontando temi trasversali per i bambini di differenti fasce d'età. Vengono trattate e approfondite diverse tematiche: l'educazione, l'importanza del prendersi cura e i servizi offerti alle famiglie ferraresi. Questa seconda edizione, in particolare, stringe l’occhio ai genitori per sostenere le passioni e le scelte dei figli con serenità”.

Promeco nasce ufficialmente il  25 giugno 1991 (data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale) con l’assegnazione dei finanziamenti del Fondo nazionale per la lotta alla droga della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A Ferrara vengono conferite le risorse per realizzare un “Servizio di promozione della comunicazione” finalizzato alla prevenzione dell’uso e abuso di sostanze”.

Grazie alla determinazione dell’assessorato alla Sanità del Comune di Ferrara, viene stilata una convenzione che regola le attività del nuovo servizio sottoscritta da Comune, Azienda USL e Provveditorato agli studi di Ferrara. Successivamente anche la Provincia di Ferrara entra a far parte del gruppo dei firmatari. Gli operatori, messi a disposizione dal Comune di Ferrara e dall’Azienda USL provenivano da esperienze di recupero e riabilitazione nel settore delle tossicodipendenze con competenze specifiche in campo pedagogico, psicologico, educativo e sociologico.

Per la realizzazione dei progetti che di volta in volta dovevano essere portati a termine, Promeco si è avvalso di personale con competenze diverse attraverso contratti di prestazione professionale. Obiettivo iniziale del progetto era la costituzione di un servizio di prevenzione delle dipendenze con priorità di intervento verso l’ambito scolastico. Successivamente la gamma delle azioni è stata ampliata e differenziata pur rimanendo la scuola l’interlocutore privilegiato.

Dopo una prima fase di sperimentazione, i progetti entravano a far parte della routine delle proposte fatte alla scuola al momento della programmazione scolastica.

Le ricerche hanno riguardato ambiti diversi quali il Bullismo, l’HIVe gli stili di vita degli adolescenti e sono state effettuate in alcuni casi con risorse interne o in collaborazione con altri servizi quali l’Osservatorio epidemiologico per le dipendenze patologiche e l’Osservatorio Giovani del Comune di Ferrara.

www.comune.fe.it/promeco

Ferrara, 1 febbraio 2016

Maria Grazia Campantico