La proiezione del film ‘Nessuno mi troverà’ sul mistero della scomparsa del grande fisico Ettore Majorana

Domani, lunedì 16 maggio, alle ore 21 presso il Cinema Apollo (p.zza Carbone 35), sarà proiettato il film di Egidio Eronico ‘Nessuno mi troverà’ su Ettore Majorana, fisico italiano scomparso il 26 marzo 1938, a soli 31 anni, senza lasciare traccia né spiegazioni.

All’evento, organizzato dal Master in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della Scienza, dal Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università di Ferrara e dallo IUSS-Ferrara 1391, interverranno Egidio Eronico, regista del film, e Pietro Dalpiaz, fisico sperimentale e professore emerito di Unife, che incontreranno il pubblico al termine della proiezione del film della durata di 75 minuti.

Ettore Majorana è stato forse il più grande fisico teorico del ‘900. La sua sparizione, quasi ottant’anni fa, non smette di produrre quesiti, dubbi, ricerche; le sue intuizioni e i suoi lavori scientifici sono oggi più attuali di quando furono pubblicati.

Cosa è stato di Majorana? Come può uno scienziato considerato da Enrico Fermi dello stesso calibro di Galileo e Newton sparire nel nulla? Quale – ieri come oggi – la vera posta in gioco? Il suo enigma, lontano dall’essere risolto, è diventato un paradigma di questioni scientifiche, politiche, morali, che agitano ancora la nostra società. Attraverso documenti, immagini d’archivio, animazioni da graphic novel, testimonianze, il film scandaglia il mistero di Ettore Majorana.

Grazie alle approfondite ricerche di Francesco Guerra e Nadia Robotti intorno alla figura e all’attività di Majorana, ‘Nessuno mi troverà’ cerca di rispondere cinematograficamente ad alcune di queste domande. Senza la presunzione di fornire certezze, e senza adagiarsi nelle comode incongruenze di un’immancabile quanto insoddisfacente “verità ufficiale”.

Il film sarà proiettato in sala con regolare emissione di biglietto.

 


Ferrara, 13 maggio 2016

Carlotta Cocchi