La nuova figura dell’educatore professionale al centro di un seminario organizzato dal corso di studio in Scienze Filosofiche e dell’Educazione di Unife

Lunedì 21 novembre alle ore 14 nell’Aula Magna Drigo del Dipartimento di Studi umanistici di Unife, (via Paradiso, 12), si terrà il seminario “La nuova figura dell’educatore professionale alla luce del DDL 2443 approvato alla Camera e in discussione al Senato”, organizzato nell’ambito del corso di studio in Scienze Filosofiche e dell’Educazione (SFE).

Con il coordinamento di Marco Ingrosso, Coordinatore del corso di studio SFE, l’iniziativa vedrà i saluti di Matteo Galli, Direttore del Dipartimento di Studi umanistici di Unife e gli interventi dell’On. Prof. Vanna Iori, Parlamentare e prima firmataria del DL e dell’On. Paola Boldrini.

“Il DDL 2443 approvato alla Camera il 21 giugno 2016 e attualmente in discussione al Senato, disciplina le professioni di educatore professionale socio-pedagogico, educatore professionale socio-sanitario e pedagogista, che dovranno essere svolte dopo aver conseguito lo specifico titolo abilitante – spiega il Prof. Ingrosso - In particolare l’educatore professionale socio-pedagogico opererà nei confronti di persone di ogni età negli ambiti educativo e formativo, scolastico, socio-sanitario e della salute limitatamente agli aspetti socio-educativi, socio-assistenziale, della genitorialità e della famiglia, culturale, giudiziario, ambientale, sportivo e motorio, dell’integrazione e della cooperazione internazionale. La qualifica conseguita sarà riconosciuta a livello europeo. La legge prevede la possibilità di ottenerla anche a chi già opera in questo campo previo superamento di un corso intensivo di 60 crediti da svolgersi presso le Università. La stessa legge auspica anche la possibilità di conseguire i titoli di educatore professionale socio-pedagogico e socio-sanitario, attraverso il riconoscimento di un numero adeguato di crediti. Il corso di studi in Scienze filosofiche e dell’educazione di Unife già da tempo prevede aree formative coerenti con gli ambiti previsti dalla legge e intende adeguarsi prontamente ai requisiti previsti dalla nuova regolamentazione appena questa verrà approvata in forma definitiva. Una  legge che rafforza una figura rilevante per i servizi di welfare, culturali, ambientali e sportivi”.

 

Il seminario sarà anche trasmesso in diretta streaming dal Se@, Centro di tecnologie per la comunicazione, l’innovazione e la didattica a distanza

 

Ferrara, 18 novembre 2016

Carlotta Cocchi