I rapporti culturali ed artistici fra la Turchia e l’Europa dal punto di vista del museo al centro del secondo appuntamento del ciclo “Il Museo. Dentro e intorno”

Domani, martedì 23 febbraio, alle ore 17 presso Palazzo Bonacossi, (via Cisterna del Follo, 5), si terrà il secondo appuntamento del ciclo di conferenze “Il Museo. Dentro e intorno”, organizzato da Francesca Cappelletti, docente di Storia dell'Arte Moderna del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara e da Stefania De Vincentis, assegnista di ricerca di TekneHub, dalla Fondazione Ferrara Arte,  dai Musei Civici di Arte Antica, in collaborazione con gli Amici dei Musei, per invitare a scoprire i musei ed i luoghi della cultura con le opere, le  collezioni e le storie che li abitano.

"Alchimie dell'identità. L'esperienza del Museo nel tardo Impero Ottomano e nella Turchia moderna”. E’ questo il tema dell’incontro che sarà tenuto da Paolo Girardelli, Professore del Dipartimento di Storia dell’Università del Bosforo di Istanbul, che offrirà una visione panoramica dei rapporti culturali ed artistici fra la Turchia e l’Europa, osservati dal punto di vista del museo. Dalle origini ottocentesche del museo archeologico di Istanbul alla musealizzazione di Santa Sofia nel 1935, dalla definizione di una pittura turca moderna nel primo periodo repubblicano ai più recenti esperimenti di integrazione, attraverso il museo, dell’arte contemporanea nel tessuto sociale. Questo rapido excursus sarà illustrato da una ricca selezione di immagini e presenterà anche alcuni aspetti del contributo specificamente italiano alla gestione dei beni culturali in Turchia.

 

Ferrara, 22 febbraio 2016

Carlotta Cocchi